Biglia: “Le scuse del Papu sui social? Me le sarei aspettate in campo…”

Biglia: “Le scuse del Papu sui social? Me le sarei aspettate in campo…”

Al quotidiano argentino Olé, ecco le parole del centrocampista del Milan, Lucas Biglia, sullo scontro con Gomez contro l’Atalanta

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

Lucas Biglia, centrocampista del Milan, è tornato a parlare dello scontro di gioco con Papu Gomez nella gara di campionato tra i rossoneri e l’Atalanta.

Al quotidiano argentino Olé, il regista sudamericano ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “In quel momento di gioco, sapevo che era dietro di me, per questo poi mi sono infuriato. Mi sarei aspettato delle scuse sul campo, o immediatamente dopo, ma non fa nulla, vado avanti. Io e Gomez non siamo amici, ma giochiamo per la stessa Nazionale. Io non uso i social, né Facebook né Twitter, come anche Instagram. Le scuse sui social contano poco: ad esempio, Viola del Benevento, che mi ha causato l’infortunio in precedenza, è venuto a trovarmi in ospedale”.

Sui rischi di tornare prima in campo: “Nel momento dell’intervento del Papu, ho sentito lo stesso dolore dell’altra volta e avevo paura di essermi rotto di nuovo. Per questo ero infuriato. Ho lavorato subito a casa con il fisioterapista alle 5 del mattino. Non è stato comunque un rischio tornare in campo presto, il momento non era semplice e la squadra aveva bisogno di me, con il mister Gattuso che mi ha detto che voleva farmi giocare. Era una partita fondamentale per la qualificazione europea e non ho avuto il minimo dubbio a dare il mio contributo. Ma adesso contano solo i Mondiali e daremo la vita per raggiungere la vittoria”.

 

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Gomez: “Fallo su Biglia? Sono stufo. Non c’è stata malafede”

Aguero sullo scontro Gomez-Biglia: “Se lo avesse fatto a me…”

Atalanta, Gomez: “Fallo su Biglia? Non volevo fare male”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy