news milan

BEE, le verità di BERLUSCONI: “Trattiamo, ma per il MILAN c’è la fila”

Silvio Berlusconi e Mr Bee Taechaubol (fonte: gazzetta.it)

Silvio Berlusconi, durante la giornata di festa per i 30 anni alla guida del Milan, ha spiegato la situazione della trattativa con Bee Taechaubol

Daniele Triolo

"Grande festa, ieri pomeriggio, a Milanello, per i 30 anni della presidenza di Silvio Berlusconi. Nel quartier generale rossonero, alla presenza dei due amministratori delegati (la figlia Barbara ed Adriano Galliani), del mister Sinisa Mihajlovic (il quale ha compiuto ieri 47 anni) e dell'intera squadra rossonera, Berlusconi ha tagliato la torta per il suo trentennale alla guida della società rossonera e tenuto qualche importante discorso a tutti i presenti.

"

"Successivamente, il Cavaliere si è intrattenuto con i cronisti presenti a Milanello per una conferenza stampa, all'interno della quale ha dibattuto di vari argomenti. Al tecnico Mihajlovic, Berlusconi ha chiesto senza mezzi termini di vincere tutte le partite, di modo da poter tornare in Europa, magari in Champions League, habitat naturale della squadra rossonera; allo stesso tempo, il Presidente non ha fatto mancare qualche battutina, ironica e con il sorriso sulle labbra, nei confronti di Mario Balotelli, il quale, per Berlusconi, avrebbe mezzi tecnici e fisici inarrivabili ma, in campo, continua a sbagliare posizione.

"

"Tra le questioni più importanti discusse con i rappresentanti della stampa, però, Berlusconi ha toccato anche quella relativa all'acquisizione del 48% delle quote societarie del Milan da parte di Bee Taechaubol, imprenditore thailandese che, ormai da più di un anno, tratta con Fininvest e la famiglia Berlusconi per rilevare parte del Milan. Il Presidente rossonero ha fatto il punto della situazione: “Ci siamo già dati tre scadenze, a luglio, a settembre e poi all'inizio di quest'anno – ha confessato Berlusconi, come si può leggere su 'La Gazzetta dello Sport' in edicola stamattina -; gli ho dato un ultimatum che scadrà a fine campionato. Ci piace molto: ha portato un piano di commercializzazione del brand con il quale potremmo incassare 100 milioni all'anno solo in Cina. Quelli che servono per essere competitivi. La sfortuna è stata il collasso della borsa in Cina, per cui molti soggetti interessati si sono ritirati, e Bee è stato costretto a cercarne di nuovi. Spero di chiudere perché abbiamo rifiutato tante altre offerte, magari tese a speranze di popolarità, ma per il Milan c'è davvero la fila. Per competere e comprare i campioni bisogna aumentare le entrate: il Barcellona mi diverte, e mi piacerebbero i suoi campioni, come quelli del Real, ma sono impagabili”.

"
tutte le notizie di

Potresti esserti perso