news milan

BACCA e quei numeri da capogiro: il MILAN si aggrappa a lui

Carlos Bacca nel derby Inter - Milan del girone d'andata (credits: GETTY Images)

Carlos Bacca, secondo i dati analizzati dalla rosea, sembra essere un vero e proprio cecchino. Alcune statistiche lo portano a superare anche alcuni campioni europei

Lorenzo Romagna

'La Gazzetta dello Sport', oggi in edicola, ha cercato di analizzare in modo approfondito Carlos Bacca e tutte le sue statistiche. Il colombiano sta dando una grandissima mano al Milan grazie alle sue reti, e l'esborso di 30 milioni di euro fatto quest'estate sta dando indietro i suoi frutti. Anche perché Bacca, come tutti gli attaccanti, vive per il gol. 'E tutti, per lui, sono uguali e indimenticabili: che sia di rabona (che prova spesso, come testimonia il video sottostante), a porta vuota, di rovesciata o di punta da un centimetro', si legge sulle pagine della rosea. Insomma, il numero 70 rossonero sembra nato per segnare. Ed è proprio questo il motivo del suo egoismo, come ad esempio quello che lo ha visto protagonista mercoledì a Palermo, quando ha avuto un piccolo battibecco con Niang per calciare il rigore.

'Lui - continua la gazzetta - è la sublimazione del ruolo che di recente qualcuno ha provato a far scomparire invano: non ci sono falsi nove che tengano, il centravanti non morirà mai'. Si passa, quindi, alle incredibili statistiche del colombiano. Perché, si sa, sono sempre i numeri quelli che parlano chiaro. Bacca, infatti, nel suo periodo rossonero, è stato paragonato praticamente a tutti: a Inzaghi per la sua capacità di smarcarsi dentro l'area, a Crespo per i movimenti e a Scheva per il suo calcio secco e preciso. Ma la verità è che, come detto, a parlare sono sempre le statistiche.

L'attaccante rossonero finora ha siglato 12 reti in serie A, quasi tutte decisive. Otto sono arrivate sullo 0 a 0, una sull'1-1, una sul 2-2 e altre due teoricamente inutili per il punteggio. Anche se - precisa il quotidiano milanese - il gol del 2-0, che chiude la partita in un derby, non può mai essere considerato inutile. E allora il vero gol che non ha effetto risultati è stato quello contro la Lazio, quando i rossoneri avevano già incanalato la partita sul 2-0. In Coppa Italia, poi, l'andazzo non cambia: rete del raddoppio contro la Samp e gol del vantaggio contro il Carpi.

Infine, analizzando i dati del colombiano, non si può non notare la sua inesorabilità: 12 gol con soli 24 tiri nello specchio (solo 9 volte non ha centrato lo specchio). Un cecchino praticamente. Nel rapporto tiri in porta-gol, Bacca (50%) stacca Dybala (43%) e Higuain (43%). Mentre in Europa è anche sopra a Vardy (47%), Ibrahimovic (43%), C. Ronaldo (35%), Lewandowski (33%), Messi (32%). Numeri da capogiro, in poche parole. Con il Milan che può continuare a sognare e segnare grazie al suo bomber.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso