André Silva, ottimi spunti e buone giocate: con la Roma è mancato solo il gol

André Silva, ottimi spunti e buone giocate: con la Roma è mancato solo il gol

Nella sfida di ieri contro la Roma, ad André Silva è mancato solo il gol: il portoghese continua a mostrare buone giocate e spunti interessanti. Il futuro è dalla sua parte

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Sono tre i concetti principali espressi in queste settimane da Vincenzo Montella in merito ad André Silva: il primo è quello del prezzo. L’Aeroplanino, infatti, chiede di non giudicare il portoghese solo in base a quanto lo ha pagato il Milan (38 milioni), ma in base al processo di crescita in un campionato diverso da quello a cui è sempre stato abituato. Il secondo è proprio quello dell’ambientamento. Non più tardi di sabato pomeriggio, nella conferenza stampa pre-Roma, Montella ha ribadito: “Devo ancora capire se è già pronto per il campionato italiano. Di certo è pronto a livello internazionale”. Il terzo concetto è più simpatico, ma chiarisce al meglio quale dev’essere l’aspetto su cui lavorare: “Deve Inzaghizzarsi” aveva detto Montella qualche settimana fa, facendo riferimento alla cattiveria del bomber di Piacenza.

Ad ogni modo, il processo di crescita dell’ex Porto continua, e lo fa a vele spiegate. In Europa League André Silva continua a regalare sorrisi, con sei gol in altrettante gare giocate. Una certezza e una sentenza, diversa dal campionato. Tuttavia, quanto visto ieri è un segnale positivo. Schierato in coppia con Kalinic per la prima volta anche in Serie A, il numero 9 ha mostrato idee e tocchi interessanti. Stop eleganti, passaggi precisi e un paio di iniziative personali che sono piaciute ai tifosi, che riconoscono il grande impegno e gli ottimi spunti.

A mancare, ieri, è stato il gol, che ancora non arriva in campionato. Ciò nonostante, però, a livello fisico – possente ma agile – sembra già essere un giocatore completo, così come a livello tecnico. Fondamentale sarà la testa: a volte il portoghese cerca troppo l’azione personale o prova a strafare, ma se sistemerà quest’aspetto potrà davvero diventare il futuro bomber del Milan. Dopo la sfida di giovedì contro il Rijeka, André aveva commentato: “Non segno di più in Europa perché non sono adatto al campionato italiano, è che finora ho avuto più chance in Europa. Io lavoro per farmi trovare pronto”. Ora, intanto, c’è il Portogallo dell’amico Cristiano Ronaldo. Poi, chissà, una maglia da titolare nel derby…

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Montella: “André Silva? Devo capire se è pronto”

André Silva a Sky: “Segno più in Europa, ma in Italia gioco poco”

Milan, André Silva è una certezza: sei gol in sei partite di Europa League

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy