Albertini: “Milan, per creare mentalità vincente, pensa in grande”

Albertini: “Milan, per creare mentalità vincente, pensa in grande”

Albertini, ex rossonero, ha parlato della stagione rossonera fino a questo momento e in prospettiva futura. Ecco le sue dichiarazioni.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Inizio di stagione complicato, ma peggio che sembra passato per il Milan, anche se sabato affronterà la Juventus e non è mai semplice. Vincenzo Montella sembra essere un po’ più saldo in panchina e il morale della squadra un po’ più alto. Di questo e altro ha parlato Demetrio Albertini su Sportitalia.

Ecco le sue parole: “Ci si aspettava magari qualche punto in più, ma è normale che quando si cambia tanto ci voglia tempo, soprattutto per permettere ai giocatori di conoscersi e assimilare le idee dell’allenatore. I giocatori devono capire che il Milan è un punto di partenza, non di arrivo. Ciò che ha fatto lo scorso anno non basta per un club come il Milan. Ci sono sei squadre attrezzate per i primi quattro posti, di cui due squadre superiori alle altre, come Juventus e Napoli. Il campionato è lungo, ma il Milan deve riprendere velocemente il cammino. La cosa più importante nel lavoro di un allenatore è trovare sinergia con società e calciatori. Il lavoro più difficile per un dirigente è capire e valutare il lavoro di un allenatore al di là dei risultati. Credo che nel momento in cui danno fiducia a Montella siano soddisfatti. Il paragone con i trent’anni di Berlusconi è scomodo per le vittorie. Non c’è un tempo: è difficile programmare da dirigente. Si deve raccogliere e valutare ciò che si è fatto anno dopo anno per ottenere sempre di più. Una società come il Milan deve pensare sempre in grande, anche di vincere lo Scudetto, pur per gestire giorno dopo giorno emozioni e delusioni, formando e trasformando così la mentalità vincente. Non so come Gattuso potrebbe vivere un’esperienza in prima squadra. La cosa migliore ora è pensare alla certezza di avere qualche punto in più. Non ho voluto fare l’allenatore proprio perchè ogni anno sei sulla graticola… Vincenzo sa che ha bisogno di tanti punti nel minor tempo possibile. Sabato ci vorrà qualità. Da Locatelli mi aspetto una grande crescita e spero di vederlo di più in campo”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Albertini: “Bonucci? Ha perso i punti di riferimento”

Albertini: “Vedrei bene Ancelotti al Milan, ma deve sposare un progetto”

Albertini: “Penso che a Berlusconi manchi molto il Milan”

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APP: iOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy