Thaisa de Moraes Rosa Moreno: la Musa della Seleção alla conquista del Milan Femminile

Dagli esordi al panorama internazionale: storia di Thaisa de Moraes Rosa Moreno, prima calciatrice brasiliana a vestire la casacca rossonera

di Marta Valentina Sgaramella

Tra le ultime arrivate nel cast della neonata squadra femminile rossonera, Thaisa de Moraes Rosa Moreno, meglio nota come Isa Moreno o semplicemente Thaisa, è indubbiamente un nome di spicco della campagna acquisti milanista. Il rispetto è reciproco, Thaisa sa di essere al cospetto, nel Milan, di monumentali icone del calcio brasiliano: “Sono contenta, qui sono passati i miei idoli come Kakà o Ronaldinho. E’ un orgoglio poter vestire questa maglia, lottare per i trofei e cercare di scrivere la storia come i grandi brasiliani”.

DoBnoxpWsAI9Wmq

Nata a Xambrê (Brasile) il 17 dicembre del 1988, la Moreno racconta di aver condiviso l’esordio comune a molti calciatori: “Ho giocato con i ragazzi per strada, con mio cugino, mio fratello…”, dichiara al sito brasiliano OGol. La sua avventura calcistica inizia nel 2007 quando si trasferisce negli U.S.A. per frequentare il californiano Feather River College, dove viene arruolata nella squadra di calcio femminile, collezionando 69 gol e 27 assist. L’anno seguente frequenta la Florida International University di Miami ed è chiamata a giocare nella formazione femminile delle FIU Panthers, dove dimostra carisma e grandi doti tecniche a centrocampo, forgiandosi del titolo di Team Leader.

Dopo aver raggiunto il successo a livello nazionale, prima nel Foz Cataratas e successivamente nel Ferroviária, dove vince il Campeonato Paulista, Thaisa esordisce nella nazionale femminile brasiliana nel settembre 2013, con una vittoria per 1-0 contro la Nuova Zelanda. Nel dicembre di quell’anno segna il suo primo gol internazionale in una vittoria per 2-0 contro il Cile.

Nella Seleção colleziona 64 presenze, 4 gol e il titolo di Musa della nazionale brasiliana: “Quando è uscita questa storia della Musa, è stata ben accetta. La gente trovava interessante che una donna di bell’aspetto sapesse giocare a calcio, una cosa non esclude l’altra”, racconta la Moreno.

Nel 2014, la brasiliana ha l’opportunità di giocare il torneo che ogni calciatore sogna, la Champions League. Il club svedese Tyresö FF assolda Thaisa e tre connazionali, che si uniscono alla compagna di Seleção e cinque volte vincitrice del FIFA Player of the Year, Marta Vieira da Silva: “È un campionato che, nel maschile come nel femminile, ha un’enorme importanza. È stato un onore per me”.

514403_med__20180928194227_thaisa_moreno

E’ tuttavia un’altra la competizione che la Moreno considera la più importante della sua carriera: le Olimpiadi di Rio del 2016, dove la centrocampista raccoglie sei presenze. Nonostante la cocente sconfitta contro la Svezia, la brasiliana celebra la manifestazione “non solo per la grandezza, è la competizione più contesa al mondo, ma per i tifosi, per aver sostenuto il calcio femminile”.

La sua peculiare inclinazione internazionale spinge la giocatrice a trasferirsi, nel 2017, in Islanda e a giocare per il neopromosso club del Grindavík, dove segna un prezioso gol per la salvezza. La struttura organizzativa del calcio islandese attira la sua attenzione: “Mi sono allenata molto in Islanda, tutti pensano che sia un paese con scarso supporto al gioco del calcio ma, a dire il vero, il calcio in Islanda ha molto più supporto che in Brasile. La città è molto piccola, è tutto molto più calmo, puoi concentrarti bene sul calcio”.

Dopo la parentesi statunitense con lo Sky Blue FC, nell’agosto di quest’anno Thaisa viene contattata dalla divisione femminile dell’AC Milan. La giocatrice racconta al sito brasiliano CBF come ha ricevuto l’invito a partecipare al nuovo progetto rossonero: “Il mio manager mi ha contattato dicendo che l’AC Milan stava creando una squadra di professioniste e stava cercando una centrocampista esperta, con l’intenzione di formare una squadra forte per cercare di guadagnarsi un posto in Champions League il prossimo anno. Sono stata invitata a visitare le strutture e a conoscere il progetto, ho visto che era serio e abbiamo deciso di avviare le negoziazioni “.

L’Italia è il quarto paese in cui Thaisa esibisce le sue potenzialità ed è consapevole della sfida che il campionato italiano rappresenta: “Svezia, Islanda e Stati Uniti sono paesi molto simili nel loro stile di gioco. Palla lunga e tanta forza fisica. L’Italia ha uno stile più classico. Molti movimenti senza palla, pochi lanci, allenamento tattico quasi ogni giorno. Praticamente l’opposto di tutti i posti in cui ho giocato. Quindi sono sicura che sarà un grande apprendimento, sono pronta a cominciare questa bellissima sfida “, dichiara la brasiliana.

News-ITW-Thaisa-18_10

Il 30 settembre Thaisa debutta con la casacca rossonera numero 22 nel secondo turno di campionato, vinto per 3-2 sulla Fiorentina. Ma è contro il Tavagnacco, incontrato lo scorso sabato, che la brasiliana si mette in vista: il suo splendido gol di tacco allo scadere ha permesso al Milan di portare a casa 3 punti preziosi in vista della sfida contro il Verona e del big match di inizio novembre contro la Juventus Women. Un ottimo biglietto da visita per una giocatrice che fa di determinazione, classe e professionalità, imprescindibili doti da mettere in sempre campo. Cliccate qui, invece, per ascoltare, in un video, le parole di Linda Tucceri!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy