LIVE PM – André Silva: “Momento difficile per me al Milan? No, sto imparando molto”

LIVE PM – André Silva: “Momento difficile per me al Milan? No, sto imparando molto”

Il protagonista della Q&A di oggi sarà André Silva, centravanti acquistato quest’estate dal Milan. Segui con noi in diretta tutte le sue dichiarazioni

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Cari amici di Pianetamilan.it, alle 14 inizierà la Q&A con André Silva, attaccante del Milan acquistato questa estate dal Porto. Un’occasione per i tifosi di scoprire curiosità e di parlare direttamente con il centravanti portoghese, che in questa stagione, finora, ha segnato tante reti in Europa League, mentre in campionato deve realizzare ancora il suo primo gol in maglia rossonera. Segui con noi tutta la diretta!

Un saluto ai tifosi: “Ciao ragazzi, forza Milan e un grazie di tutto”

Il Brasile: “Andarci è uno dei miei sogni, purtroppo non ci sono ancora riuscito, mi piacerebbe tanto andare a vedere il Carnevale, ma so che capita durante il campionato quindi non è facile”

La coppia con Cutrone: “Mi trovo bene con lui, come con tutti gli altri giocatori, mi trovo bene con Cutro”

Il gol in campionato: “Sarebbe importante segnare per sbloccarmi, mi serve qualche opportunità in più, ma anche con poche opportunità non ho dubbi che arriverà questo gol”

La Playstation: “Donnarumma è molto bravo, ma anche io lo sono, più di lui! [ride ndr]. Anche Calhanoglu è bravo però e anche altri. Con quale squadra gioco? Con il Milan”

Gli hobbies: “Adesso cerco di girare il più possibile la città per conoscerla, a casa mi piace giocare con la Playstation”

Come è cambiato il suo stile trasferendosi a Milano: “Sono sempre stato molto attento al mio look, ma da quando sono qui a Milano cerco di stare ancora più attento, siamo nella città della moda”

Il compagno più divertente: “Luca Antonelli”

Il modulo: “Giocare solo o con un compagno? Va bene in tutti e due i modi, basta partire titolare [ride ndr]”

I modelli rossoneri del passato: “Mi piacevano Inzaghi, Shevchenko, Rui Costa, ma nella sua infanzia è cresciuto seguendo soprattutto Cristiano Ronaldo. Cosa vorrei prendere da Sheva o Inzaghi? Io sono diverso da loro, sono André Silva, voglio essere originale, non mi piacciono questi paragoni. Mi piace segnare, ma cerco sempre di aiutare la squadra a giocare bene a calcio”

Il suo momento al Milan: “Per la mia carriera e la mia vita è un’esperienza nuova, le persone credono che per me questo sia un momento difficile, ma io non mi sento così, so che sto vivendo un’esperienza nuova e sto imparando molto, sto uscendo dalla sua confort zone”

La vita a Milano: “Il cibo italiano è molto buono, come lo è anche in Portogallo, mi piace molto”

Qualche parola in italiano: “Dai ragazzi, andiamo”

Il rapporto coi social: “Aspettate ancora un po’ ho paura di fare qualche errore in italiano, poi scriverò qualcosa anche in quella lingua”

La Serie A: “Adesso penso solo alla partita con il Sassuolo, poi penseremo al Napoli”

Poi viene mandato un video di Bernardo Silva, oggi al Manchester City, che gli chiede come ha fatto a conquistare il cuore di tutte le ragazze italiane: “Bernardo sono stato fortunato, sono nato più alto di te e con più capelli e ho una pettinatura più alla moda della tua, è più facile così”

Giocare con CR7: “Giocare con Cristiano è un sogno che si avvera, l’ho detto diverse volte, giocando al suo fianco posso imparare tantissime cose”

I sogni da bambino: “Volevo giocare in coppia con Ronaldo il Fenomeno, ma anche con Cristiano Ronaldo. Sarebbe stato un tridente da sogno”

L’impatto con San Siro: “E’ un emozione unica, particolare, anche quando sono in panchina lo guardo sempre con attenzione. Ricordo in particolare le emozioni provate con Inter e Juventus quando lo stadio era completamente esaurito”

Il primo gol: “E’ stato in Europa League e mi è piaciuto tantissimo, come anche il primo gol fatto a San Siro”

Un regalo di compleanno: “Mi piacerebbe avere più tempo a disposizione con la mia famiglia”

Le relazione: “Sono fidanzato, sono qui con lei e non mi sento mai solo anche perchè la mia famiglia, mio padre e miei cugini vengono spesso a trovarmi, come anche i miei amici

L’emozione nel vedere le Coppe a Casa Milan: “Arrivavo dal Porto, un club grande con tanti trofei, ma il Milan è una cosa speciale, mi ha impressionato vedere tutte quelle coppe”

Si comincia, la prima domanda è sulle emozioni provate quando ha saputo di essere nel mirino del Milan: “Quando il mio agente mi ha detto questa cosa ero felicissimo, ho detto la parola “felice” tre volte di seguito, ho parlato con lui e con la famiglia e poi ho accettato subito”

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Calciomercato – André Silva sarà rivenduto? Il Milan ha deciso

L’opinione – “André Silva? E’ un attaccante completo”

Bigon: “Milan, André Silva è bravissimo”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy