news milan

Talento e dinamismo: così Mihajlovic scopre CROCIATA

Giovanni Crociata (Credits: Pianetamilan.it)

Scopriamo insieme Giovanni Crociata, il nuovo giovane convocato da Mihajlovic per questa sera: nato in Sicilia, è ora uno dei perni di Brocchi

Luca Fazzini

La paura di lanciare i giovani in Prima Squadra non ha mai colto Sinisa Mihajlovic. Il tecnico rossonero, infatti, ha dimostrato più volte di poter aver il coraggio di inserire con decisione i ragazzi più piccoli all'interno della sua rosa. E' successo con Calabria, con Rodrigo Ely, con Manuel Locatelli e - ovviamente - con Gigio Donnarumma. E questa sera sarà il turno di un nuovo ragazzo della Primavera, Giovanni Crociata, chiamato per la prima volta in una gara ufficiale dal tecnico serbo. Classe 1997, Crociata nasce a Palermo ma approda a Milano (e al Milan) ben presto, sin dall'annata 2001-2002. Da lì inizia la sua trafila nel settore giovanile rossonero, fino a diventare - oggi - uno dei perni della Primavera di Cristian Brocchi.

Centrocampista offensivo, Crociata ha sempre ricoperto bene tutti i ruoli del centrocampo ma da quest'anno svolge un ruolo particolare. Da inizio gennaio, infatti, Brocchi lo ha collocato alle spalle dei suoi due attaccanti, ponendolo come trequartista nel 4-3-1-2. I risultati sono evidenti: dal suo gol di Udine sono arrivate 6 vittorie, un pareggio eil secondo posto agganciato domenica scorsa. Un percorso dove il ruolo di Crociata è stato fondamentale: la nuova posizione, infatti, gli permette di svariare per tutto il fronte offensivo, regalando preziosi assist agli attaccanti. In questa stagione sono arrivati 3 gol (contro Verona, Udinese e Vicenza) e 2 assist. Nonostante il nuovo ruolo, però, Brocchi può contare anche sulla sua duttilità, utilizzandolo nei tre di centrocampo in caso di emergenza.

Le buone prestazioni di Crociata non sono passate inosservate a Sinisa Mihajlovic: il giovane siciliano rossonero, che ruota attorno all'ambito Prima Squadra da diverso tempo, ha così trovato ieri la prima convocazione coi grandi per la sfida di questa sera, anche a causa dell'infortunio di Montolivo. L'augurio di tutti è, ovviamente, che Crociata possa essere uno dei giocatori che l'anno prossimo farà compagnia stabile a Donnarumma&compagni, come sottolineato spesso da Brocchi. La strada è lunga, la salita è ripida, ma le possibilità ci sono. Crociata lo sa, e Mihajlovic pure.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso