news milan

PRIMAVERA: Milan-Bologna 1-2. Brocchi arrabbiato

Milan - Bologna (Credits. Pianeta Milan)

Il Milan esce battuto per 1-2 al Vismara dal Bologna. Arrabbiato e con il volto scuro Cristian Brocchi, allenatore dei rossoneri, apparsi annebbiati

Luca Fazzini

Con l’obiettivo di accorciare sull’Inter, fermata ieri a Udine, il Milan Primavera ospita oggi il Bologna di mister Colucci. Brocchi punta nuovamente su Plizzari in porta, Felicioli, De Santis, Bordi e Malberti in difesa, Gamarra, El Hilali e Locatelli a centrocampo e davanti La Ferrara, Cutrone e Vassallo, al rientro da titolare dopo diverse partite a causa di un infortunio. Al 3’ subito Milan pericoloso con Felicioli che colpisce di sinistro in corsa: palla alta. Al 12’ bella azione dei rossoneri: Cutrone libera El Hilali, che prova a darla dentro, ma la palla viene allontanato dalla difesa.

Al 16’ il Bologna passa in maniera inaspettata: Silvestro fa partire un tiro-cross dalla sinistra, Plizzari viene sorpreso e la palla gli passa alle spalle: 1-0 rossoblù. Intorno al 29' continue disattenzioni della difesa: Vassallo non controlla due volte e De Santis rischiando con un liscio. Al 35’ il portiere ospite Monari trattiene la palla in mano oltre i sei secondi previsti dal regolamento: l’arbitro Zingarelli applica il regolamento e concede la punizione all’interno dell’area al Milan: Locatelli, però, calcia alto.

Il secondo tempo, tra freddo e nebbia, inizia come era finito: Milan distratto, con Felicioli che addirittura spinge sulla sinistra fino ad uscire dal campo e poi sbaglia un passaggio pericoloso, regalando al Bologna una chance che Silvestro spreca calciando fuori. Al 5’altro brivido per il Milan: De Santis perde un pallone rovinoso, Colli calcia e sfiora il palo andando vicinissimo al raddoppio. Al 7’ calcio d’angolo di La Ferrara, Gamarra la prolunga di testa, De Santis calcia ma la palla viene ribattuta. Poco dopo è Bordi a rischiare: intervento decisamente in ritardo su Saporetti: Zingarelli lo grazia e si limita al giallo. Al primo cambio del Bologna: Persano sostituisce Rossetti. Il Milan si sveglia e prova a scuotersi, ma fatica a calciare in porta. Al 18’lo fa Gamarra, Monari devìa in angolo. Brocchi prova a correre ai ripari al 20’ toglie un buon Gamarra e La Ferrara inserendo Hadziosmanovic e Agnero.

Non basta: il Bologna insiste, il Milan sbaglia una rimessa laterale e il felsinei si presentano dalle parti di Plizzari, fenomenale a parare un tiro di Colli. Al 23’ De Santis trova la rete su colpo di testa, ma viene annullato a causa di una posizione irregolare. Passano due minuti e ancora De Santis colpisce di testa, guadagnandosi un calcio d’angolo. Al 32’ Brocchi rischia il tutto per tutto: fuori un inesistente Malberti e dentro Casiraghi. Al 36’ il Bologna chiude la partita: altro erroraccio della difesa con Bordi che perde l’uomo e Suarè non perdona: 2-0.

A 5’ dalla fine altro miracolo di Plizzari, nega il terzo gol a Colli. Locatelli prova a riaprirla, ma conferma la giornata no, con una punizione che termina sul fondo. Proprio ad un passo dal gong Plizzari regala palla a Colli, che serve Persano, il quale non sfrutta l'opportunità, colpendo il palo. L'ultimo acuto è di El Hilali con un tiro dalla distanza: palla sul fondo. Tutto pare finito, ma De Santis con un colpo di testa accorcia le distanze al 47'. Cala dunque il sipario al Vismara: il Bologna passa meritatamente contro uno scialbo Milan, che cade dopo tre vittorie consecutive. Dopo quattro minuti di recupero Zingarelli decreta la fine: per Brocchi (apparso molto arrabbiato per tutta la partita) e i suoi ragazzi la strada è ancora lunga.

Potresti esserti perso