BROCCHI a PM: “L’Inter vince, ma il gioco? I miei vanno in Serie A”

BROCCHI a PM: “L’Inter vince, ma il gioco? I miei vanno in Serie A”

Ecco l’analisi a caldo di mister Cristian Brocchi, allenatore del Milan, dopo il derby primavera perso per 2-0. Le sue parole a Pianeta Milan. Punge l’Inter

di Redazione
Cristian Brocchi Milan

Questa l’analisi a caldo di mister Cristian Brocchi, allenatore del Milan, dopo il derby primavera perso per 2-0 nonostante un’ottima prestazione dei rossoneri (leggi il nostro commento) “Ho fatto i complimenti ai ragazzi e un applauso, perchè sono fiero di quello che sta facendo il Milan. Oggi ho visto una squadra con una proposta di gioco e un’altra che aveva fiammate, dettate solo da lanci lunghi di 40 metri. Non si possono valorizzare giocatori come Locatelli se non gli dai la possibilità di giocare 150 palloni a partita. Noi i nostri ragazzi li valorizziamo così, col gioco. così mettono in mostra le loro qualità.

Sugli episodi: “Purtroppo gli episodi sono stati a nostro sfavore: perchè loro sbagliano il cross e trovano il gol, noi prendiamo il palo e non ci danno un rigore. Ma comunque, onore al loro per il risultato e a noi la proposta di gioco”

Partita simile a quella dell’anno scorso? “Può essere, noi però dopo quella partita siamo riusciti a dare alla prima squadra uno come Calabria, abituato a leggere certe situazioni, a giocare con la palla bassa, a guardare in avanti e non indietro. Noi puntiamo su questo, loro su altro. Abbiamo due filosofie diverse. Noi puntiamo su un percorso di crescita dai pulcini fino alla Primavera, loro vanno su giocatori già pronti sul piano fisico. Non si può criticare nessuna delle due filosofie. Noi però vogliamo crescerli così”

Sull’atteggiamento: “Tutti hanno fatto un’ottima partita. La squadra spesso è altalenante ma sono convinto che riusciremo a trovare continuità giocando in questo modo”.

Ora il Cagliari: “Speriamo di vincere la prossima. Se li guardi in faccia adesso i ragazzi sono distrutti, perchè sentono di aver fatto un’ottima partita e non aver vinto. Ma l’importante ora è che capiscano che giocando così si possono vincere tutte le partite”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy