16Portiere
Mike Maignan (Portiere AC Milan. Numero di maglia: 16). La scheda profilo del giocatore (foto AC Milan)

Mike Maignan

  • Nazionalità:francese
  • Età:26 (03 luglio 1995)
  • Altezza:1.91 m
  • Peso:89kg
  • Piede:destro
  • Valore di mercato:25 mln

Scheda, valore di mercato, statistiche, video, carriera, aneddoti e tanto altro. Vi presentiamo Mike Maignan

Chi è Mike Maignan

Nato a Cayenne il 3 luglio 1995,  dal primo luglio 2021 è divantato il portiere dell' AC Milan. Ex numero uno di PSG e Lille, è arrivato in rossonero al costo di 15 Milioni di euro. Un prezzo assai contenuto visto il valore del giocatore e dovuto al fatto che il francese fosse in scadenza di contratto con il Lille. Arriva al Milan per sostituire Gigio Donnarumma, andato via a parametro zero.

Scadenza contratto: 30/06/2026

Stipendio: 2.8 Milioni di euro (netti)

Procuratore: Bruno Satin

 

La famiglia

E' nato in Guyana francese da padre francese e madre haitiana, ma è cresciuto in Francia in un quartiere povero. Non ha mai conosciuto il padre

Carriera

Maignan è cresciuto nelle giovanili del Psg. Nel 2013 firma il suo primo contratto da professionista, ma non riesce ad esordire in prima squadra. Nel 2015 viene acquistato dal Lille, che gli fa firmare un contratto di cinque anni. L'esordio in Ligue 1 arriva nel settembre dello stesso anno sostituendo Enyama e parando un calcio di rigore. Curiosità: anche nella partita successiva Maignan ha parato un tiro dal dischetto. Dopo due anni, diventa titolare del Lille al posto di Enyeama, cioè a partire dalla stagione 2017-2018. Nella sua ultima stagione al Lille conquista un inaspettato scudetto, vincendo il campionato francese di Ligue 1. E' il quarto trionfo nella storia del club e primo personale, oltre che primo trofeo in carriera. 

Dati e statistiche

In Ligue 1, con il Lille, Maignan ha disputato 185 partite, con media punti di 1,68. Ha subito 199 gol e in 66 occasioni ha tenuto la porta inviolata. In totale ha totalizzato 16.499 minuti giocati. Nella sua ultima stagione in Francia, ha conseguito 21 clean sheet, più di tutti nei migliori 5 campionati europei. Con il Lille ha giocato anche in Europa (8) e Champions League (6).

Caratteristiche: parate e skills

Molto abile a parare i rigori, Maignan ha dimostrato di avere ottimi riflessi, cosa che gli permette di fronteggiare al meglio anche i tiri più ravvicinati. Insomma, un portiere che può diventare davvero un top player nel suo ruolo: da migliorare il rilancio e il gioco con piedi.

Maignan al Milan: i costi

Il portiere francese arriva in rossonero per 13 milioni di euro, più 2 di bonus. Per quanto riguarda invece l’ingaggio, lo stipendio dovrebbe essere aggirarsi attorno ai 2,8 milioni di euro netti a stagione (3,67 milioni lordi considerando gli sgravi fiscali previsti dal Decreto Crescita). Maignan: "Maldini mi ha convinto. Ecco perchè ho scelto il Milan"

 

Dicono di lui

"Ho fatto i complimenti a Paolo Maldini. Quando ero al Psg, era un ragazzo, e intuendone le doti, lo facevo allenare spesso con la prima squadra. È un tipo molto freddo, essenziale nella tecnica. Vedrete: non sarà mai spettacolare, sarà sempre molto concreto e utile". (Carlo Ancelotti, suo allenatore al PSG)

"È un portiere top, è l’erede Bernard Lama. Mike lo dice sempre che per lui è stato un esempio” (Bruno Satin, suo agente)

“Ha ottime qualità, in futuro sarà protagonista” (Didier Deschamps, suo ct con la Francia)

“Maignan è un super portiere. Non farà rimpiangere Donnarumma” (Rudi Garcia, allenatore)

“Maignan è un leader: i tifosi del Milan non saranno delusi” (Adrien Rabiot, suo ex compagno al PSG)

“Uomo buono e leader naturale” (Alfred Dossou Yovo, ex allenatore Maignan nelle giovanili del PSG)

Aneddoti e curiosità

L'aneddoto più significativo riguarda Zlatan Ibrahimovic, al PSG quando Maignan era ancora un ragazzino alle prime armi, all'inizio della sua carriera. In un'intervista rilasciata a France Football, Maignan ha raccontato di certi allenamenti con lo svedese molto particolari.

"Ricordo un allenamento, a 17 anni, al primo anno da professionista. Ibrahimovic calciava pallonate a 400 all’ora, manco dovesse segnare a Buffon o a Julio Cesar. Non riuscivo a parare e allora mi dice: Sei un portiere di m...”. Solo che subito dopo gli paro un tiro e là non potevo non rispondergli e gli ho detto: “E tu sei un attaccante di m...”. Sul momento mi ha ignorato ma poi in spogliatoio mi ha detto che mi apprezzava e ho capito che mi piaceva non solo come giocatore ma anche come persona”.

Anche Zlatan Ibrahomovic è tornato, tempo dopo, su quell'episodio:

"A volte carico così le persone. A volte bisogna essere duri, a volte leggeri. A volte scherzo e a volte lancio un messaggio"

In Nazionale

Dopo avere giocato in tutte le selezioni giovanili francesi dall'Under-16 all'Under-21, il 21 maggio 2019 ha ricevuto la sua prima convocazione in nazionale maggiore. Debutta con i Blues il 7 ottobre 2020 in amichevole contro l'Ucraina rimpiazzando a inizio ripresa Steve Mandanda. Nel 2021 viene convocato per l'Europeo.