Pagelle: il mercato delle Big. Il bilancio finale

Pagelle: il mercato delle Big. Il bilancio finale

In attesa delle risposte del campo, stiliamo – squadra per squadra – un giudizio complessivo sul mercato del Milan e delle altre big italiane: le pagelle

di Redazione

 MILAN 

La sessione estiva di calciomercato si è chiusa con una cifra record per i trasferimenti dei club italiani, che hanno investito complessivamente più di un miliardo di euro. Solo la Premier League ha speso di più (1,3 miliardi). In Italia è stato il Milan a spendere di più, come ha confermato e spiegato nel dettaglio Marco Fassone. 230 milioni di euro rappresenta un record storico per i rossoneri. Ma ora cerchiamo di dare qualche giudizio, squadra per squadra, su quanto fatto quest’estate. Quali sono i punti di forza e quali le pecche? Cominciamo dal Milan

PRO: Ottimo mercato. Dopo anni di parametri zero e spese contenute, si è tornati ad investire. Acquisti mirati e ottimi giocatori, ben 11 in totale, un’intera squadra. Tutti, nessuno escluso, hanno alzato il livello tecnico e di esperienza della squadra, garantendo a Montella anche una certa elasticità tattica. 3-5-2, 4-3-3 o 3-4-2-1? Sarà un Milan forte e camaleontico. Rispetto allo scorso anno, la squadra è certamente più forte.

CONTRO: La rosa appare forse un po’ corta a centrocampo e in attacco, sugli esterni. Manca un vice-Kessiè e un vice-Suso, due uomini chiave. I tifosi più esigenti si aspettavano poi un colpo da 90 sul finire del mercato. Si è parlato di Renato Sanches e Belotti, Diego Costa e Aubameyang, ma il grande colpo è rimasto in canna. Ma forse era chiedere troppo.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy