2018, il nuovo Milan in 5 mosse

2018, il nuovo Milan in 5 mosse

Il 2018 è stato un anno epocale per il Milan, al secondo cambio di proprietà in poco tempo. Riassumiamolo in cinque punti salienti

di Daniele Triolo, @danieletriolo

IL GRANDE RITORNO

Con tutto il rispetto per Leonardo, però, in casa Milan c’era un altro, grande personaggio che, da anni, tifosi, sportivi, addetti ai lavori e semplici appassionati avrebbero visto volentieri di ritorno al Milan ma che, per motivi vari, non si era mai riavvicinato veramente al suo unico, grande amore. Dopo il tentativo, fallito, di Fassone e Mirabelli nel 2017, però, Elliott ha convinto Paolo Maldini a riabbracciare, nuovamente, la causa rossonera, a distanza di 9 anni dal suo ritiro dal calcio giocato. Maldini è stato affiancato a Leonardo ed a lui è stato dato l’incarico di direttore sviluppo strategico dell’area sport del Diavolo: un ruolo a metà, in sostanza, tra campo e mercato, per un uomo dall’elevata cultura sportiva, in grado di essere quel tramite tra società e squadra ma abile anche a capire quali elementi possano fare al caso del Milan o meno.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy