Montella scommette su Sosa: il Principito convince a metà

Montella scommette su Sosa: il Principito convince a metà

Spesso chiuso da Locatelli, Kucka e Bonaventura, ieri Josè Sosa ha avuto una ghiotta chance, ma non ha convinto appieno nella sfida contro il Pescara

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

“Quando ha giocato ha fatto due ottime partite. Stava crescendo di condizione, poi è arrivata l’esplosione di Locatelli. Diventerà una risorsa importante”. Erano state queste le parole di stima che Vincenzo Montella aveva usato durante la conferenza pre-Pescara in merito a Josè Sosa. Una stima dimostrata subito nel primo pomeriggio della domenica annebbiata che ha fatto da contorno all’1-0 rossonero sul Pescara. L’ex Besiktas, infatti, è stato schierato titolare dell’Aeroplanino, che ha tenuto in panchina Juraj Kucka, preferendo così un centrocampo di qualità insieme a Locatelli e Bonaventura.

La risposta del ‘Principito’, però non è stata delle migliori. Va fatta una premessa importante, che riguarda i compagni di reparto: Locatelli, infatti, si è limitato ad ordinaria amministrazione, così come Bonaventura, che ha però dalla sua il coniglio estratto dal cilindro nell’occasione della punizione vincente. Altro punto a favore del sudamericano è il ruolo – la mezzala – provato raramente, con l’attenzione di Montella che sin qui era stata più sul ruolo di regista. Ciò è stato sottolineato nel post-partita anche dallo stesso allenatore, che ha dichiarato: “Dopo l’infortunio di Montolivo l’avevo provato poco in questo ruolo, ci avevo lavorato di più davanti alla difesa. Può fare sicuramente meglio perché è un giocatore di qualità e verticalizzazione. Oggi lo ha fatto vedere in parte”. Le richieste nei confronti di Sosa erano chiare: portare qualità, esperienza e dunque personalità alla squadra. La prestazione dell’argentino non ha però convinto Montella – che ha inserito Kucka al 68’ -, gli addetti ai lavori e qualche tifoso, con la maggior parte dello stadio che ha però applaudito alla sua sostituzione.

Sosa, dunque, ha sprecato una chance ghiotta. L’opportunità era da cogliere al volo, vista la fiducia mostrata dal tecnico e il contesto, con un avversario tecnicamente inferiore, affrontato tra le mura amiche. La classe di Bonaventura, l’esplosione di Locatelli e la duttilità di Kucka, utile soprattutto in fase difensiva, lasciano difficilmente spazio a nuovi esperimenti. Montella ci ha provato, ma la gara di Sosa non ha convinto appieno. Riuscirà comunque a diventare una risorsa importante?

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Serie A – Milan, quarto successo di seguito a San Siro: non succedeva dal 2014

Cessione Milan: Fassone in Cina anche per definire gli ultimi dettagli

Verratti: “Scritte cose non vere, il mio agente ha esagerato”

Calciomercato – Dall’Inghilterra: il Milan su Ivanovic

Questo è un altro Milan, la media punti è da Champions

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy