Milan, tegola Conti: come cambiano i rossoneri senza il laterale

Milan, tegola Conti: come cambiano i rossoneri senza il laterale

Andrea Conti uscito malconcio dalla sfida tra Italia e Israele: salterà la Lazio, ecco le novità tattiche allo studio di Vincenzo Montella

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Ieri sera, al 49′ di Italia-Israele, ovvero a ripresa iniziata, il Commissario Tecnico azzurro, Gian Piero Ventura, ha richiamato in panchina Andrea Conti, terzino del Milan, per sostituirlo con Davide Zappacosta, appena trasferitosi dal Torino al Chelsea. Un cambio strano, visto che il biondo laterale rossonero, come suo solito, stava offrendo una bella prestazione, si era fatto notare in fase di spinta, e, al contempo, si era reso artefice di due ottimi recuperi difensivi.

Dopo qualche minuto, la triste rivelazione: Conti era stato costretto a cedere il passo al collega per via di una botta ricevuta sulla caviglia proprio in occasione dell’ultimo ripiegamento in difesa, in un contrasto con un avversario. A fine gara, l’ex atalantino ha spiegato di aver riportato una contusione: è stato valutato in queste ore, gli esami strumentali hanno dato esito negativo ed evidenziato soltanto una leggerissima distorsione: presumibilmente, sarà tenuto a riposo domenica pomeriggio, ore 15:00, quando il Milan sarà di scena allo stadio ‘Olimpico’ di Roma contro la Lazio nel primo big match stagionale per il Diavolo.

Spiacevole inconveniente per Vincenzo Montella, giacché Conti era senza dubbio uno degli uomini più in forma della compagine rossonera. Giunto in estate dall’Atalanta per 25 milioni di euro, si è subito reso protagonista di un inizio di stagione più che positivo: rientrato, anticipatamente, dalle vacanze dopo gli Europei Under 21 in Polonia, il biondo numero 12 si è preso la fascia destra e non l’ha mollata più. Ora, però, la situazione è diversa: Montella dovrà studiare soluzioni alternative per ovviare alla sua pesante seppur breve assenza.

La prima scelta, la più logica, è il rilancio dal 1′ di Ignazio Abate, titolare del ruolo di terzino destro. Ma potrebbe giocare anche Davide Calabria, in piena forma e reduce da una bella partita disputata con l’Italia Under 21 in amichevole contro la Slovenia. C’è anche l’ipotesi di un passaggio alla difesa a tre, con l’inserimento di un centrale in più (Alessio Romagnoli) al fianco della coppia Leonardo Bonucci – Mateo Musacchio e, eventualmente, l’utilizzo di Suso largo a destra per un 3-5-2 più che offensivo con due attaccanti centrali.

A Montella non manca, fortunatamente, l’imbarazzo della scelta: il lavoro di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli in estate è stato anche e soprattutto quello di allestire una rosa ampia e variegata proprio per ovviare alle possibili assenze dell’ultimo momento ed affrontare con convinzione il triplo impegno Serie A – Europa League – Coppa Italia. Il Milan, naturalmente, cercherà di recuperare Conti ma, nel caso in cui il calciatore originario di Lecco sia costretto al riposo, per la prima volta dopo tanti anni la squadra potrebbe non risentire di una defezione importante.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Ufficiale: Conti, leggero trauma distorsivo alla caviglia

Italia-Israele, i giudizi sugli azzurri: Conti sorride a metà

Le 5 cose che non sai su Andrea Conti

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy