Il Milan ha scelto Simone Inzaghi: conosciamolo meglio

Il Milan ha scelto Simone Inzaghi: conosciamolo meglio

Con ogni probabilità sarà Simone Inzaghi il dopo Gattuso, tecnico della Lazio attualmente. Se Lotito dà l’ok sarà rossonero. Ecco cosa c’è da sapere di lui.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – È arrivata la separazione tra Gennaro Gattuso e il Milan. Il tecnico calabrese e il club rossonero hanno rescisso consensualmente. Per qualcuno era nell’aria, per altri il matrimonio sembrava potesse continuare per ora. Ovviamente ora è partito il totoallenatore, con i tanti tecnici accostati ai colori rossoneri. Tra i più probabili c’è Simone Inzaghi, allenatore ora della Lazio, nonchè fratello di Filippo Inzaghi, grandissimo ex attaccante rossonero e allenatore del Milan per un anno, seppur con scarsi risultati. Proprio il tecnico biancoceleste, secondo SportMediaset, è stato scelto per i rossoneri. L’annuncio dovrebbe arrivare nella prossima settimana, ma a patto che Claudio Lotito lo lasci andare.

Ma andiamolo quindi a conoscere meglio: Simone nasce calcisticamente nel Piacenza, proprio come Super Pippo. Ma se quest’ultimo poi si è consacrato tra Atalanta, Juventus e Milan; Simone ha invece trascorso la maggior parte della sua carriera invece nella Lazio, di cui è poi rimasto allenatore. Subito dopo il ritiro infatti, proprio come Pippo, ha iniziato come allenatore dgli allievi. Ci è rimasto per quattro anni. Poi due anni alla guida della Primavera e infine la promozione in prima squadra ad aprile 2016. Sembrava destinato a lasciare subito a fine stagione, ma invece è poi arrivata la conferma. Altri tre anni alla guida della Lazio.

Tre anni tutto sommato positivi, in cui è arrivato due volte quinto e quest’anno ottavo, ma con la vittoria della Coppa Italia in finale contro l’Atalanta, dopo aver eliminato proprio il Milan in semifinale, anche se i rossoneri hanno eliminato la sua Lazio lo scorso anno, sempre in semifinale. Di mezzo anche la Supercoppa Italiana del 2017, vinta in rimonta contro la Juventus.

Ma come giocano le squadre di Inzaghi? È un allenatore che adotta quasi sempre il 3-5-2 e alla Lazio lo hanno accusato proprio di essere poco incline a cambiare, anche in momenti di difficoltà o con pochi uomini a disposizione. Spesso ha preferito adattare giocatori poco inclini a ruoli diversi o affidarsi a riserve. Modulo che quindi porterebbe probabilmente anche al Milan. Sembra essere lui in ogni caso ormai la scelta di Paolo Maldini, ora resta da attendere e capire solo se alla fine Lotito gli concederà di trasferirsi o si opporrà: se tutto filerà liscio, il prossimo allenatore del Milan sarà lui.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13692995 - 5 mesi fa

    Costerà meno di Gattuso. La strategia di tagliare i costi è iniziata! In tre anni recuperano 350 milioni, investendo pochissimo. Dopodiché lo venderanno non a 1 mld ma a 2 euro tanto la plusvalenza nel fondo la faranno comunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy