Milan, quanta sfortuna in questa stagione

Milan, quanta sfortuna in questa stagione

Il Milan non riesce a ingranare la marcia giusta. Montella ammette qualche errore, ma si difende parlando di sfortuna. Effettivamente tanti gli episodi…

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Doveva essere la stagione della ripresa per il Milan. I rossoneri, dopo anni grigi, speravano di poter tornare a competere per qualcosa di importante, ma fino a questo momento devono fare i conti con ben altra realtà: la classifica li vede a nove punti di distanza dall’obiettivo minimo, il quarto posto che vale la Champions League, e domani a San Siro arriverà la Juventus. Come mai, dopo tanti milioni spesi e il grande entusiasmo estivo, il Milan non è riuscito ancora a trovare la quadra? Colpe del tecnico? Certo, qualche errore lo ha commesso… Ma la sfortuna per i rossoneri è stata davvero tanta finora.

La squadra, come noto, è totalmente nuova. Ciò significa che l’allenatore avrebbe bisogno di allenare sempre tutti i gocatori a disposizione per trovare il sistema giusto. Per ora, però, al Milan è stato praticamente impossibile. Ciclicamente diversi giocatori si sono infortunati.

Oggi, nel corso della conferenza stampa, Vincenzo Montella ha sottolineato come la più grande rivoluzione, ovvero il passaggio alla difesa a tre, sia stata attuata soprattutto per Andrea Conti, che è un’arma importante sulla corsia destra, ma che l’infortunio lo abbia subito messo fuori gioco. Stesso discorso si può fare per Giacomo Bonaventura, giocatore chiave reduce da un infortunio lo scorso anno, che si è allenato a lungo a parte, come Suso. Poi, quando Jack stava tornando in condizione e Montella sembrava avergli trovato la posizione giusta, ecco un altro infortunio.

Ma non è finita qui. Perchè anche Davide Calabria, in questo Milan, sembrava poter essere importante. Contro il Chievo Verona, grazie alla sua presenza, il 3-4-2-1 si trasformava spesso in un 4-2-3-1. La brutta botta, però, lo costringerà a saltare la gara di domani. Al suo posto Ignazio Abate, che ha caratteristiche simili.

La sfortuna, però, non si limita agli infortuni. La partita con la Juventus, infatti, poteva essere secondo molti quella che avrebbe potuto rilanciare Leonardo Bonucci dopo un avvio di stagione tutt’altro che positivo. Invece, puntuale, l’episodio negativo: squalificato.

Insomma, finora il Milan sta combattendo con tanta tanta sfortuna, proprio nel momento in cui sarebbe servita una mano dalla sorte, visto il nuovo progetto. Pian piano, però, le cose sembra stiano cambiando e il vento inizia a girare. L’Aeroplanino domani si ritroverà di nuovo davanti a un San Siro tutto esaurito, ma un posto per la Dea bendata lo troverebbe volentieri.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan-Juventus, i convocati di Montella: out Calabria e Bonaventura

Milan, fantasia al potere: Montella punta su Suso e Calhanoglu

Montella: “Calhanoglu? Può fare di più: ha bisogno di un gol a San Siro”

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APP: iOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy