Milan, Montella boccia i nuovi acquisti

Milan, Montella boccia i nuovi acquisti

Pasalic fuori per scelta tecnica, Vangioni pure. Lapadula non si adatta a questo modulo e gli altri si devono adattare. Montella salva solo Mati Fernandez.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Il mercato estivo non è andato esattamente come ci si aspettasse. Non è andato come pensavano i tifosi, che si sarebbero aspettati un grande difensore, un buon centrocampista e un esterno d’attacco; non è andato come sperava Vincenzo Montella, che oltre ai buoni sostituti arrivati, sperava in almeno un giocatore di alto livello; ma soprattutto non è andato neanche come immaginava Adriano Galliani, che inizialmente pensava di poter disporre di un budget importante salvo poi ritrovarsi senza neanche un centesimo.

Ebbene, Montella si deve accontentare di ciò che passa in convento, almeno per adesso. L’Aeroplanino, però, non sembra molto soddisfatto e sta tentando di ottenere il massimo con il blocco milanista dello scorso anno, facendolo rendere comunque molto meglio rispetto a Sinisa Mihajlovic, sia dal punto di vista del gioco che dei risultati. I nuovi, per adesso, scaldano la panchina. Mario Pasalic, per esempio, non ha avuto a disposizione neanche un minuto finora, salvo un’amichevole, e contro la Fiorentina è finito addirittura in tribuna. Montella, in conferenza, ha chiarito si tratti di una scelta puramente tecnica. Insomma, l’infortunio non è più un problema, il punto è che proprio per adesso non serve. Stesso discorso per Leonel Vangioni: l’argentino è arrivato fuori condizione, ma adesso che ha recuperato il mister rossonero non saprebbe proprio dove metterlo; come terzino fa fatica ed è chiuso da i quattro italiani.

Gianluca Lapadula qualche minuto a disposizione lo ha avuto, ma il suo problema si chiama Carlos Bacca. L’ex Pescara, a detta di Montella, può giocare con il colombiano, ma non in questo modulo. Con il 4-3-3 (o 4-2-3-1) è previsto l’inserimento di un solo attaccante e adattarlo non servirebbe alla squadre e, probabilmente, neanche a lui. In parte simile la situazione di Gustavo Gomez: il paraguaiano inizialmente sembrava poter essere un titolare, ma l’esplosione di Gabriel Paletta lo ha relegato a comparsa negli ultimi minuti. Il suo adattamento continua e, forse, avrà qualche possibilità più avanti. Josè Sosa sembra essere il più fortunato tra tutti: Montella lo ha lanciato subito e solo un problema alla schiena lo ha lasciato fuori. Ora che è di nuovo a disposizione potrà di nuovo tornare utile. L’unico problema è che, durante il suo (breve, tra l’altro) stop, Montella ha trovato un equilibrio. Reinserirsi non sarà semplice.

L’unico acquisto che ha fatto contento l’ex Sampdoria sembra quindi essere Mati Fernandez. Il cileno è già stato allenato da Montella, che lo conosce bene. L’Aeroplanino, però, non lo avrà a disposizione ancora per molto tempo. Insomma, al povero mister milanista non ne va bene una. Se, però, dovesse ottenere buoni risultati anche in queste condizioni ci sarebbe da fargli complimenti doppi. I tifosi si augurano che gli sia da stimolo.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Le dichiarazioni di Vincenzo Montella alla vigilia di Milan-Sassuolo

Montella su Donnarumma: “E’ un grosso valore per il Milan”

Montella: “Ecco la situazione di Vangioni, Lapadula, Sosa, Pasalic e Gómez”

Weah, sono 50! ‘King George’ spera: “Milan, tirati su. Se i cinesi portano soldi…”

Milan-Sassuolo, le probabili formazioni: Montella cambia poco, neroverdi decimati

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Su Google Plus

Su Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy