Milan, Gattuso cerca una cura per il mal di trasferta

Milan, Gattuso cerca una cura per il mal di trasferta

Il Milan di Gattuso ha aperto un mini ciclo di buoni risultati, domenica dovrà vincere per continuare la striscia, ma in trasferta i rossoneri faticano…

di Redazione

Di Enrico Maggioni

Per rincorrere una vittoria che in Sardegna manca da quasi quattro anni e il primo successo in trasferta griffato Gattuso, il Milan ha ripreso gli allenamenti con la grinta e l’intensità che hanno caratterizzato il mese di dicembre. Allo scopo di cullare l’obiettivo europeo in campionato e proseguire con successo il cammino nelle Coppe, è tuttavia auspicabile una inversione di tendenza lontano da San Siro. Sotto la guida di Gattuso, nelle quattro gare disputate in trasferta, il Milan ha raccolto solamente due punti a Benevento e Firenze, rimediando sonore sconfitte a Rijeka e Verona.

Cagliari può rappresentare la svolta: contro un avversario che ha recentemente messo in difficoltà la Juventus ma non sempre a suo agio sul terreno di casa (sei le sconfitte all’attivo alla Sardegna Arena), il Milan deve fare la partita e finalizzare l’enorme mole di gioco, che vede i rossoneri terzi nella classifica dei tiri tentati, per risollevare il misero 7% di reti realizzate a fronte dei tentativi verso la porta avversaria. Le indicazioni ricavate dalle ultime sessioni di allenamento vedono Gattuso orientato a confermare l’undici titolare che si è affermato con il Crotone. I possibili ballottaggi Abate – Calabria in difesa, Montolivo – Biglia a metà campo e Kalinic – Cutrone in attacco non alterano lo schema tattico 4-3-3 preferito da Gattuso.

Forti di una condizione atletica in crescendo, testimoniata dai chilometri percorsi dalla squadra, finalmente in risalita nella speciale classifica, i ragazzi di Gattuso devono puntare sulle verticalizzazioni oltre al movimento ed agli spunti degli esterni di qualità (Suso e Calhanoglu) e rifornire di palloni la punta centrale, che deve essere sostenuta dagli inserimenti di Kessié e Bonaventura. Saranno inoltre importanti la lucidità di Biglia o Montolivo in mediana per resistere al forcing sardo e  rilanciare con rapidità, e la compattezza difensiva. La prestazione della coppia centrale Bonucci – Romagnoli, sostenuta quando necessario dalle diagonali di Rodriguez e Calabria o Abate e protetta  da Donnarumma, dovrà essere di livello per non lasciare spazio ai rapidi attaccanti rossoblu. L’auspicio è di ammirare un Milan grintoso che strappi i tre punti necessari a dare continuità ad un progetto tecnico ancora precario ma nel quale occorre credere con forza.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Verso Cagliari-Milan: André Silva provato nell’undici titolare

Milan, dal caos di Montella allo zoccolo duro di Gattuso

Milan, ecco come Gattuso può lottare per la propria conferma

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy