Milan, da Daniel Maldini a Gabbia: quali giovani possono confermarsi

Milan, da Daniel Maldini a Gabbia: quali giovani possono confermarsi

Sono sei i giovani rossoneri aggregati alla prima squadra per la tournée negli Stati Uniti. Tutti a caccia di una riconferma, come già accaduto in passato.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – Le partite e i tornei amichevoli in estate servono per testare schemi, giocatori e anche qualche giovane. Lo sa molto bene il Milan, che nel corso degli anni grazie a queste gare ha deciso poi di puntare su diversi giocatori. Un esempio è Patrick Cutrone, che nell’estate 2017 segnò a raffica, anche nell’International Champions Cup, scalando subito le gerarchie e partendo come titolare nell’attacco, davanti a Nikola Kalinic e André Silva. Stessa cosa era successa a Mattia De Sciglio, che si era messo in mostra nell’estate 2011, confermandosi in quella successiva e guadagnandosi un posto da titolare.

Quest’anno il Milan è partito per gli Stati Uniti con una rosa decisamente ridotta. 27 i convocati da Marco Giampaolo, di cui però solo 21/22 sono della prima squadra. Per il resto, tanti giovani. Sette per la precisione, sei se si considera Matteo Gabbia ormai facente parte della squadra dei grandi. Tutti saranno alla ricerca di una riconferma, che potrebbe arrivare considerando anche che il Milan non giocherà le coppe europee e quindi non ha necessità di una rosa così lunga.

Partendo proprio da Gabbia, è un difensore centrale e in questo momento al Milan ce n’è davvero bisogno. Se anche arrivasse un rinforzo, sarebbero solo quattro quelli a disposizione. Se dovessero essere confermati sia Ricardo Rodriguez che Diego Laxalt, lo svizzero potrebbe anche agire da quinto centrale, in caso di necessità, ma in caso contrario un giocatore come lui potrebbe servire, anche perchè in grado di giocare pure a centrocampo. Convocato anche Marco Brescianini, classe 2000, di ruolo centrocampista centrale, ma anche lui in grado di giocare pure da difensore. Probabilmente si giocherà il posto con Gabbia, anche se quest’ultimo parte sicuramente avvantaggiato. Passando poi ai giocatori offensivi, convocato Luan Capanni. Anche lui classe 2000, può giocare da attaccante centrale o seconda punta, altro ruolo in cui al Milan non c’è molta copertura e per cui potrebbe giocarsi le proprie carte come quinto. Più trequartista il classe 2002 Andrea Capone, anch’egli convocato. In quel ruolo però l’osservato speciale sarà sicuramente Daniel Maldini, figlio d’arte che ha già stupito tutti lo scorso anno e in questi primi giorni di ritiro. Infine, come centrocampista potrebbe tornare utile Antonio Mionic, classe 2001 che può giocare anche come trequartista.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy