Milan, anche la difesa non ha certezze per il futuro: l’analisi

Milan, anche la difesa non ha certezze per il futuro: l’analisi

I difensori sono la base su cui costruire una squadra competitiva e il Milan non ha grandi certezze: anche Alessio Romagnoli è in dubbio per il 2020-2021

di Antonio Tiziano Palmieri

DIFESA INCERTA

NEWS MILAN – Lo stop forzato del campionato a causa dell’emergenza sanitaria che sta colpendo il mondo intero ha portato allo scoperto, prima del previsto, i problemi per molti club. Il Milan ovviamente è uno di questi.

Parlando della difesa dei rossoneri, possiamo dire che fino a poco tempo fa, essa veniva considerata un punto di forza della squadra su cui puntare anche in futuro. Ora come ora però, le cose non stanno più così. Ciò, più che essere legato al campo, è legato alle questioni extra campo. Infatti, chi più e chi meno, i 5 difensori centrali (Alessio Romagnoli, Mateo Musacchio, Simon Kjaer, Matteo Gabbia e Leo Duarte), sul campo si sono sempre comportati discretamente e hanno protetto – fatto salvo per i due scivoloni contro Atalanta (5-0) e Inter (4-2) –, degnamente Gianluigi Donnarumma. Vediamo per tutti allora, le questioni che non riguardano il terreno di gioco e che portano i dirigenti del Milan a fare dei ragionamenti per il futuro.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy