Locatelli, il predestinato. Ma per Montella non è ancora pronto

Locatelli, il predestinato. Ma per Montella non è ancora pronto

Manuel Locatelli, classe 1998, è uno dei centrocampisti più promettenti del nostro calcio. Visione di gioco, ottima tecnica,usa bene sia il destro che il sinistro

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

Manuel Locatelli, classe 1998, è uno dei centrocampisti più promettenti del nostro calcio. Visione di gioco, ottima tecnica, usa bene sia il destro che il sinistro.

Ha giocato in tutte le squadre giovanili del Milan e ha esordito in serie A il 21 aprile scorso, contro il Carpi, subentrando all’85’ minuto al posto di Andrea Poli. Successivamente, l’ex allenatore dei rossoneri Brocchi, lo ha inserito per la prima volta titolare, contro la Roma di Spalletti e  in quell’occasione giocò una partita in chiaroscuro, pagando anche la prestazione negativa di tutta la squadra.

Locatelli è stato premiato per le grandissime prestazioni effettuate nel settore giovanile e gli elogi per lui si sono sprecati. Il Presidente Silvio Berlusconi parlò di lui in occasione della partita contro la Lazio, a San Siro, in cui disse testualmente: “Il regista di centrocampo è sempre fondamentale, ma abbiamo fra i giovani un ragazzo straordinario, che si chiama Locatelli e che spero possa essere un grande regista in futuro”.

Oltre a lui, ne ha parlato in maniera lusinghiera anche l’ex allenatore rossonero Sinisa Mihajlovic, ora allenatore del Torino, che disse: “ Locatelli mi sta sorprendendo. E’ un giocatore che forse ancora oggi non è ancora pronto come intensità, ma per intelligenza sarà certamente il futuro del Milan. Si sta adattando bene ai nostri ritmi, tiene botta e migliora di allenamento in allenamento. Diventerà una risorsa importante”. E il serbo di giovani se ne intende, visto che ha fatto esordire in Serie A un certo Gianluigi Donnarumma.

Le qualità quindi, ci sono e non sono in discussione, ma nonostante i tanti apprezzamenti ricevuti, quest’anno Vincenzo Montella non sembra puntare su Manuel Locatelli. In queste prime due giornate di campionato, non ha disputato neanche un minuto con la maglia rossonera, e non solo, Galliani ha parlato chiaramente, nelle ultime ore di calciomercato, della necessità di acquistare un vice Montolivo, oltre a prendere in prestito Mario Pasalic dal Chelsea, cosa che ha portato in rosa Mati Fernandez. Il segnale è sembrato essere abbastanza evidente: il neo allenatore campano non considera Manuel ancora pronto, per giocare stabilmente in prima squadra. Locatelli ha bisogno di altro tempo per crescere, sia dal punto di vista tattico e sia soprattutto fisicamente, essendo ancora abbastanza gracile. Insomma, il giocatore sembra essere snobbato in questo momento, sia per il mancato utilizzo da parte del mister e sia per le parole di Adriano Galliani, a maggior ragione ora che il tecnico campano sta provando in cabina di regia anche l’argentino José Sosa.

Vedremo se il giovane milanista riuscirà a dimostrare il suo valore già quest’anno, oppure dovrà aspettare ancora un po’, per esplodere e diventare una pedina importante per il Milan e per Montella.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Milan, portieri al comando: Donnarumma, Plizzari e un futuro roseo

Milan, finalmente le cessioni: Galliani saluta gli esuberi

Savicevic: “Il nostro Milan resterà per sempre nella storia del calcio”

Milan sui Media – Indicazioni dall’amichevole, in arrivo i cinesi

Milan, Fassone pensa anche a Bigon come ds

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Su Google Plus

Su Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy