Gomez non basta: questa difesa necessita ritocchi

Gomez non basta: questa difesa necessita ritocchi

L’acquisto di Gustavo Gomez, il primo nella storia del Milan, non basta a definire completo il reparto arretrato. Serve un altro colpo in difesa, le certezze sono poche

di Redazione

Gustavo Gomez è il difensore che Adriano Galliani, autorizzato dai cinesi, ha fatto sbarcare a Milanello una settimana fa. Ma da qui a dire che la difesa del Milan è completa ce ne passa parecchio. Il pacchetto difensivo rossonero, parlando in termini di difensori centrali, a parte Romagnoli è una grande, grossa incognita. Gli infortuni di Ely e Zapata e l’inesperienza di Vergara hanno complicato i piani del Milan che, in totale emergenza, ha acquistato il difensore del Paraguay.

E la parola emergenza è quanto di più azzeccata in questo periodo. Musacchio non dovrebbe più arrivare dopo la rottura tra il Milan e il suo entourage e Mustafi è ormai un nome remoto sul taccuino dell’ad rossonero Galliani il quale, fino al closing definitivo, sarà l’uomo mercato dei rossoneri e proprio lui nei prossimi giorni dovrebbe garantire al Milan un altro colpo, magari di spessore, nel reparto difensivo. I terzini non destano preoccupazioni, infatti Abate, De Sciglio (se resta), Antonelli, Calabria (dovrebbe partire in prestito) e Vangioni rientrano nei piani tattici di Montella, ma nel reparto centrale della difesa il solo Romagnoli è affiancato da grossi punti interrogativi.

Paletta e Gustavo Gomez, il neo acquisto del Milan, al momento si contendono il posto da titolare e soprattutto sul secondo c’è tanta attesa nel vederlo all’opera nel campionato italiano. Negli ultimi anni Gomez si è messo in luce con la maglia del Lanus, campione d’Argentina, e i quasi nove milioni sborsati per portarlo a Milanello lo rendono a tutti gli effetti il favorito per affiancare Romagnoli, ma il primo impatto con la serie A è duro per quasi tutti i sudamericani e Gomez potrebbe pagare se messo sotto pressione. Dietro loro il vuoto, con Vergara che, dopo gli ultimi svarioni estivi, di sicuro non rientrerà nel progetto tecnico di Montella e con Ely e Zapata out per problemi fisici: il difensore colombiano rientrerà non prima di novembre, mentre Ely dovrebbe partire in prestito nonostante il suo infortunio muscolare.

Questa difesa necessita di ritocchi, magari un nome di spessore da affiancare a Romagnoli come sarebbe potuto essere quello di Musacchio fino a qualche settimana fa. Paletta e Gustavo Gomez non possono garantire una certa continuità e anche per questo la crescita di Alessio Romagnoli potrebbe subire rallentamenti. A meno che il difensore paraguaiano non si riveli un top player inaspettato.

Ruggiero Daluiso

 

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Ecco Bacca, ma dal colombiano ci si aspetta qualcosa in più

Bentancur, le ultime novità

Suso non si muove, il Milan lo toglie dal mercato

Locatelli spiega: “Voglio restare in rossonero”

Fassone nuovo AD del Milan: l’annuncio della ‘Sino-Europe Sports’

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Su Telegram

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy