Gattuso richiama tutti: è tempo di essere uniti

Gattuso richiama tutti: è tempo di essere uniti

Gattuso chiede l’aiuto di tutti per migliorare la situazione. I giocatori devono dare di più, i dirigenti parlare di meno. Non bisogna farsi male da soli.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Ormai è abbastanza evidente: l’ambiente intorno al Milan non è di aiuto alla squadra. Le notizie che ogni settimana vengono pubblicate dai giornali sono alquanto destabilizzanti. Dal rifinanziamento del debito e i vari problemi societari, fino alla posizione dei dirigenti in bilico, passando per il mercato e per le difficoltà della squadra sul campo. Ogni occasione è buona, secondo Gennaro Gattuso, per sparare a zero sul Milan. Ecco perchè, viste le difficoltà delle ultime settimane in campo, per uscirne serva fare gruppo e compattarsi, contro le intemperie che arrivano dall’esterno.

Tutti devono dare di più, tutti devono sforzarsi di pensare a cosa sia il bene della squadra. A partire dal campo, quando ognuno deve iniziare a pensare ad aiutare il compagno in difficoltà, fino allo spogliatoio. Negli allenamenti tutti devono dare di più, ma non devono essere solo i giocatori a fare attenzione. È vero, qualcuno potrebbe parlare meno con i giornalisti e provare a rendere lo spogliatoio più impermeabile, come per esempio lo spiffero sul fastidio causato dai giorni di riposo cancellati, ma anche la dirigenza potrebbe evitare di rilasciare alcune dichiarazioni.

Rino chiede a tutti di parlare meno, di proteggere la squadra, di tenere compatto il gruppo. Chiede di più anche a se stesso. Bisogna metterci la faccia, ma stare attenti a non destabilizzare l’ambiente ancor di più. Perchè poi si finisce con il farsi male da soli e questo può portare solo “all’inferno”. Ora non è il momento di fare bilanci, di parlare, di discutere. Ora è solo il momento di tenere la testa bassa e lavorare, per tutti. Dai giocatori ai dirigenti. A fine stagione, poi, ci si incontrerà e si stabilirà se qualcosa è andato male.

La sensazione è che Gattuso sappia quanto queste ultime settimane di stagione siano importanti e soprattutto quanto il Milan si giochi. Fallire l’obiettivo minimo del sesto posto sarebbe un dramma sportivo, senza dimenticare che il 9 maggio la squadra andrà a Roma per la finale di Coppa Italia. Ancora c’è tantissimo in ballo e mollare la presa adesso potrebbe essere un errore imperdonabile. Rino lo sa e il suo faccione incazzoso dice tutto.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Gattuso: “Il problema è la testa, dobbiamo essere organizzati”

Gattuso “furioso e incazzato” scuote il Milan

LIVE PM – Gattuso: “Abbiamo toccato il fondo. Sono incazzato, manca la mentalità”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy