Eriksson e gli altri: errori arbitrali clamorosi e polemiche

Eriksson e gli altri: errori arbitrali clamorosi e polemiche

Che il Milan avrebbe passato il turno senza il rigore di Welbeck è da dimostrare, ma Eriksson ha influito sul match. Questi gli altri casi clamorosi

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

OVREBO

Tom Henning Ovrebo
Tom Henning Ovrebo (credit: GETTY images)

Saliamo di livello, parliamo di Champions League e a questo proposito non è possibile non citare il norvegese Tom Henning Øvrebø. Protagonista di una lunga carriera internazionale, Øvrebø ha sbagliato in diverse occasioni, due delle quali a dir poco clamorose. La prima nel 2009: Chelsea e Barcellona si affrontano in una tesissima semifinale di ritorno di Champions League e la sensazione è che i “Blues” abbiano qualcosa in più, ma a passare sono i blaugrana, grazie a un fantastico gol di Iniesta al 90′. Tutto merito del centrocampista spagnolo? Non proprio perchè durante il match Ovrebo non fischio due rigori clamorosi per la squadra inglese causando la furia di Drogba, che inseguì il norvegese dentro gli spogliatoi minacciandolo ripetutamente al termine del match. Ma non è tutto perchè l’anno successivo Øvrebø diresse l’ottavo di finale tra Bayern Monaco e Fiorentina, match finito 2-1 per i bavaresi in un clima quasi surreale visto il gol convalidato a Klose all’89 minuto. Gol viziato da un fuorigioco nettissimo e segnato dall’attaccante che doveva essere espulso per un durissimo intervento su Felipe. Il tutto, senza dimenticare l’espulsione, a dir poco eccessiva, rifilata al viola gobbi. In quel caso persino la stampa tedesca attaccò duramente l’arbitro, che non poté far altro se non ammettere i propri errori.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy