DS MILAN – Chi è Sartori, direttore sportivo dell’Atalanta

DS MILAN – Chi è Sartori, direttore sportivo dell’Atalanta

Sfumato Tare, i rossoneri sono alla ricerca del nuovo direttore sportivo, con Maldini che pensa a Sartori. Ecco la storia e le curiosità su di lui.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

CALCIOMERCATO MILAN – Tra pochi giorni sapremo la composizione del nuovo Milan. Il direttore dell’area tecnica sarà come noto Paolo Maldini, che ha scelto Marco Giampaolo come allenatore e Zvonimir Boban come co-responsabile dell’area sportiva con delega ai rapporti con le istituzioni. Manca la figura del direttore sportivo, con Igli Tare che sembra allontanarsi definitivamente. Per questo motivo Maldini sta pensando a Giovanni Sartoridirettore sportivo dell’Atalanta.

CARRIERA – Sartori inizia l’avventura nel calcio da giocatore, crescendo proprio nel Milan. Prima stagione in prima squadra quella 1974/75, ma senza presenze. Poi prestiti a Venezia, Udinese e Bolzano, prima di tornare in rossonero nel 1978/79 e collezionare solo 7 apparizioni. Poi viene ceduto alla Sampdoria. Altre squadre in cui ha militato sono Cavese, Arezzo, Ternana e Chievo Verona, dove al termine della carriera è rimasto per due anni come vice allenatoere. Nel 1992, poi, Luca Campedelli lo promuove direttore sportivo del Chievo. È lui uno dei principali artefici del “Miracolo Chievo” dei primi anni 2000, con la promozione in Serie A e le qualificazioni europee. Dopo più di vent’anni, alla fine della stagione 2013/14 si dimette. Il crollo del Chievo è evidente. Passa subito all’Atalanta, che proprio da quella stagione inizia una crescita costante. I risultati dei bergamaschi sono sotto gli occhi di tutti.

QUANTI TALENTI – Fin dall’esperienza al Chievo, Sartori ha messo in mostra una grande capacità nello scegliere i giocatori giusti. Sono tanti i giovani scoperti da lui e portati a Verona: Amauri, il poi campione del Mondo Andrea Barzagli e gli ex rossoneri Nicola LegrottaglieKevin Constant. Nonostante un budget minimo. Ma tanti anche i giocatori dati per finiti e su cui ha puntato con ottimi frutti: Eugenio Corini, il grande Bernardo Corradi, un altro campione del Mondo come Simone Perrotta, il portiere Luca Marchegiani e l’ex rossonero Oliver Biehroff. I talenti dell’Atalanta sono molto attuali: Franck Kessie, ma anche Mattia Caldara e Andrea Conti sono già al Milan, ma anche nella rosa di quest’anno ce ne sono diversi. Ogni anno i bergamaschi hanno sfrornato talenti. E anche con i nerazzurri è riuscito a puntare su giocatori in calo che poi hanno dimostrato di avere ancora tanto da dare come Alejandro Gomez o Josip Ilicic, ma anche Duvan Zapata, un giovane che aveva difficoltà a esplodere, come un anno prima Andrea Petagna. Insomma, tutte le sue squadre riescono a fare sempre molto bene, anche oltre le aspettative. Intanto un calciatore del Milan è sempre più vicino alla cessione, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy