Con Gattuso, la sua crescita è continua: il nuovo Calabria si prende il Milan

Con Gattuso, la sua crescita è continua: il nuovo Calabria si prende il Milan

Da quando è subentrato a Vincenzo Montella, l’allenatore calabrese ha dato sempre più spazio a Davide Calabria. Da parte sua sono cresciute presenze e prestazioni: il futuro è in mano sua

di Redazione

di Valerio Paini

Del Milan di Gennaro Gattuso si può dire ancora poco, il tempo limitato e i continui impegni non hanno concesso all’allenatore di mettere veramente mano sulla squadra. Oltre al ritorno al vecchio 4-3-3, la maggior parte del lavoro è stato mentale sulla squadra in modo tale da rendere più coeso un gruppo in difficoltà più psicologica che tecnica. Oltre questo, i risultati ottenuti tra Coppa Italia e Serie A sono stati raggiunti anche attraverso la valorizzazione di alcuni singoli, tra questi, in particolare, risalta Davide Calabria.

Il giovane terzino proveniente dalla primavera rossonera infatti è risultato il migliore in campo contro il Crotone: preciso e puntuale nei contrasti, attento a tenere la linea difensiva e nelle chiusure preventive; in più sempre presente in fase offensiva: con Suso che entra in mezzo al campo lui si propone come terzino a tutta fascia, efficace nei dribbling e preciso nei cross (addirittura 6 riusciti contro la compagine calabrese).

Ma questo suo exploit è solo indicativo del suo percorso di crescita: dal suo esordio in prima squadra del 30 maggio 2015, sotto la guida di Filippo Inzaghi, allenatore che ben lo conosceva e con il quale ha vinto il torneo di Viareggio, è passato poi dal collezionare poche presenze nella stagione 2015/2016 (8 totali nella sua prima stagione con la prima squadra) alle più consistenti 13 della scorsa stagione, con un assist a referto ma condizionata da un lungo infortunio alla caviglia che però non ha minato i miglioramenti e la crescita di partita in partita sia sul piano del gioco sia sul piano fisico.

Considerando anche la sua giovane età (21 appena compiuti) si mostra come uno dei più interessanti terzini italiani della Serie A, ma anche in ottica Nazionale dove in questo momento è uno dei pilastri dell’Under 21 di Di Biagio con la quale ha giocato, nell’ultima partita, con la fascia di capitano al braccio.

Dopo il periodo difficile di inizio stagione di tutto il Milan, condizionato dal caos tattico e ambientale che ha portato anche al cambio di direzione sulla panchina, ora il giovane talento bresciano si sta prendendo sempre di più la fascia destra (in questa stagione ha già collezionato 14 presenze, tra le quali anche in campo internazionale, mettendo a segno un assist), visti anche i problemi di Abate e il lungo infortunio occorso a Conti. Questo infortuni però sono solo fatti accidentali, Calabria sta dimostrando il suo valore indipendentemente dagli altri e il suo apporto, come è successo anche nell’ultima partita, è tangibile e non trascurabile. Senza contare che, in questo Milan con 5 terzini di ruolo, Calabria è l’unico che riesce a giocare brillantemente sia sulla fascia destra che su quella sinistra: insomma una conferma per il presente e una speranza concreta per il futuro.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Udinese, il Ds: “Jankto? L’idea è tenerlo fino a giugno”

Milan, Locatelli può sbloccare l’affare Jankto

Udinese su Gustavo Gomez: il Milan preme per avere Jankto

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy