Calhanoglu, è arrivato il momento del riscatto

Calhanoglu, è arrivato il momento del riscatto

Hakan Calhanoglu è ad oggi uno degli oggetti misteriosi dello zoppicante avvio di stagione milanista: è arrivato il momento del riscatto

di Redazione

di Enrico Maggioni

Arrivato in estate suscitando l’entusiasmo dei tifosi, felici di avere dopo una lunga attesa un numero 10 di valore, Hakan Calhanoglu ha deluso in campionato mentre in Europa League ha alternato cose belle a prestazioni meno convincenti.

Riproposto domenica pomeriggio nel nuovo modulo varato da Montella contro il Genoa, Calhanoglu è stato sacrificato sull’altare della…follia di Bonucci dopo soli 25 minuti di gioco. Tuttavia l’allenatore del Milan, alle prese con la necessità spasmodica di fare punti e dare una identità alla squadra, ne ha lodato oggi le qualità in conferenza e, complice l’infortunio di Bonaventura, ha deciso per rilancio del talento turco nella gara di mercoledì sera a Verona sponda Chievo.

Il numero 10 rossonero è ora chiamato a mostrare il suo talento per favorire il salto di qualità del Milan. Calhanoglu, chiamato ad agire dietro la punta centrale insieme a Suso, deve finalmente recuperare continuità e fiducia nei propri mezzi ed imporsi per le sue abilità.

Reduce da parecchi mesi di inattività in patria, catapultato in un ambiente molto diverso per aspettative e cultura da quello cui era abituato in Germania, Calhanoglu sta vivendo un momento particolarmente difficile. Montella ha infatti sottolineato come il ragazzo sia molto sensibile alle pressioni ambientali: le gravi difficoltà di questo avvio di stagione rossonero e il non sentirsi pienamente al centro del progetto non hanno aiutato Calhanoglu, ancora lontano di uno standard di gioco accettabile ed a disagio in campo specie se schierato sulla linea dei centrocampisti.

Hakan, che ha sin qui accumulato 711 minuti di gioco, va pertanto sostenuto perché possa recuperare la fiducia e la serenità che attualmente gli difettano; l’occasione contro il Chievo è ghiotta per il turco che, finalmente titolare, potrà prendersi delle rivincite ed esaltarsi nel nuovo modulo.

 

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Calhanoglu, dove sei? Al Milan manca fantasia…

Calhanoglu: “Sento il peso della 10”

Calhanoglu delude ancora: il turco è sempre più oggetto misterioso

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy