Milan, perchè cedere Donnarumma? I pro e i contro

Milan, perchè cedere Donnarumma? I pro e i contro

Il Milan ha avviato i discorsi con il PSG per la cessione di Gianluigi Donnarumma. Un’operazione che ha i suoi pro e contro. Il focus

di Renato Panno, @PannoRenato

CALCIOMERCATO MILAN – Il Milan che dovrà affrontare la prossima stagione è ancora tutto da costruire. Il mercato in entrata ha all’attivo il solo nome di Rade Krunic e dovrà ancora decollare perché c’è bisogno di tanti innesti di qualità per arricchire la rosa. Ma, com’è noto, per esigenze di bilancio i rossoneri dovranno piazzare anche qualche colpo in uscita per auto-finanziarsi, almeno in parte, gli acquisti futuri.

In questo senso, prepotentemente, è giunta la news di una trattativa già ben avviata con il PSG per Gianluigi Donnarumma, fiore all’occhiello del Milan e della Nazionale italiana. Il portiere italiano andrebbe in Francia con Alphonse Areola a fare il percorso inverso insieme ad un conguaglio di 20 milioni di euro. Da quello che filtra nelle ultime ore, però, questa proposta non convince del tutto i vertici del Milan, ancora freddi e non troppo disponibili a discutere il tutto.

A questo punto è doveroso fare un’analisi per quanto riguarda il perché di una cessione che, per forza di cose, può lasciare l’amaro in bocca ma che potrebbe iniziare a fare uscire il Milan da questa spirale dannosa del passivo di bilancio. Quindi la domanda da porsi è: quali sono i pro e i contro legati a questa operazione?

Un elemento per avallare questa decisione è appunto quello sopra citato: il Milan riuscirebbe ad auto-finanziarsi un mercato che al momento stenta a decollare a causa di valutazioni eccessive e aste alle quali non si ha voglia di partecipare. Una cessione che a livello finanziario è quasi inevitabile e che permetterebbe di iniziare al meglio quel periodo di riabilitazione richiesto dalla UEFA, così da uscire da un circolo vizioso che sembra non avere fine. Altro motivo potrebbe essere quello di pensare che è molto più semplice sostituire un portiere che un giocatore di movimento, considerando i prezzi esorbitanti di un mercato sempre più fuori controllo.

Ma ci sono anche diversi contro: innanzitutto la valutazione che al momento viene attribuita ad un portiere che può diventare, potenzialmente, il migliore al mondo date le qualità spaventose a disposizione. Valutare Areola poco meno del numero 99 rossonero può essere considerata pura follia. Poi bisogna considerare l’età perché, seppur sembri già un veterano, non si può dimenticare che Donnarumma abbia ancora soltanto 20 anni. Inoltre si potrebbe pensare di fare cassa con altri profili presenti in rosa che non hanno saputo incidere oppure che non risultano essere così utili al nuovo Milan di Marco Giampaolo. Si pensi ad Hakan Calhanoglu, Jesus Suso, Samu Castillejo e Fabio Borini, oltre a Franck Kessie e Ricardo Rodriguez. Con queste cessioni il tesoretto sarebbe ancora maggiore.

Bisognerà aspettare per conoscere il destino di Donnarumma ma qualsiasi decisione venga presa, con tutta probabilità, non sarà mai accettata all’unanimità. Intanto attenzione anche alle situazioni che riguardano Kessie e Rodriguez, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy