Calciomercato Milan – Il Diavolo non molla Everton: il punto

Calciomercato Milan – Il Diavolo non molla Everton: il punto

Leonardo continua a visionare giocatori in Brasile: dopo Paquetà ora tocca ad Everton. Un vizietto quello del dirigente rossonero che parte da lontano

di Renato Panno, @PannoRenato

CALCIOMERCATO MILAN – Il futuro è ancora tutto da decifrare nell’ambiente rossonero se l’obiettivo conclamato della Champions League dovesse sfumare. Gennaro Gattuso e Leonardo sono più che mai in discussione e se il quarto posto non verrà conquistato entrambi, quasi sicuramente, lasceranno il Milan a fine stagione. Con la Champions in tasca invece il dirigente brasiliano potrebbe riuscire a portare a Milano un altro profilo brasiliano dopo l’affare Paquetà: si tratta di Everton del Gremio, esterno d’attacco classe 1996, recentemente convocato dal commissario tecnico della Seleçao Tite per prendere parte alla Coppa America.

Come riporta ‘Calciomercato.com‘ Leonardo per il momento ha allentato la presa per il brasiliano perché dalle parti di via Aldo Rossi c’è il desiderio di concentrarsi sulle ultime due partite del campionato che saranno vitali per il futuro prossimo. Everton ha già una valutazione molto importante (40 milioni) che potrebbe ulteriormente salire visto l’interesse del Manchester City, concorrente sicuramente da non sottovalutare. Ma Leonardo non mollerà la presa e proverà a portare a casa un altro connazionale talentuoso come accaduto con Paquetà e precedenti.

Ma quali sono i precedenti? Per un vero tifoso del Milan non è difficile ricordarsi dei giocatori prelevati dal Brasile da Leonardo da semi-sconosciuti e diventati delle vere e proprie icone rossonere. In ordine cronologico il primo ad arrivare al Milan è un ragazzino con gli occhiali su cui nessuno avrebbe scommesso: nell’estate del 2003, in una squadra rodata e diventata campione d’Europa da pochi mesi, dal San Paolo arriva Kakà. Il numero 22 rossonero già dalla prima partita contro l’Ancona delizia i suoi nuovi tifosi in quello che sarà un sodalizio lungo sei anni fatto di amore e trofei. Nel gennaio del 2008 è il turno di Alexandre Pato, pagato ben 22 milioni di euro dall’Internacional di Porto Alegre. Il ‘Papero‘ incanta con un esordio da favola segnando il gol del definitivo 5-2 contro il Napoli dopo una prestazione sontuosa. Chissà cosa sarebbe successo se gli infortuni non lo avessero perseguitato negli anni successivi, perché l’ex numero 7 rossonero aveva tutto per diventare un’altra leggenda rossonera.

Nel 2009 Leonardo è protagonista un altro capolavoro, stavolta per quanto riguarda il reparto difensivo: dalla Fluminense arriva Thiago Silva, il prototipo del difensore perfetto. Venduto al Psg insieme ad Ibrahimovic per cause di bilancio nel 2012, il centrale brasiliano è stato per anni il migliore nel suo ruolo anche in Francia prima della definitiva esplosione di Sergio Ramos e van Dijk. Guardandosi indietro dunque non c’è che da sorridere considerato anche l’investimento su Paquetà che sembra essere l’ennesimo giocatore che ha esaltato la lungimiranza di Leonardo. Qualora Leonardo non dovesse essere confermati si pensa a Igli Tare: per saperne di più continua a leggere >>>

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APP: iOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy