Calciomercato Milan – Addio a Donnarumma e Suso? Il punto

Calciomercato Milan – Addio a Donnarumma e Suso? Il punto

Per sanare i conti il Milan potrebbe rinunciare a due top player come Gianluigi Donnarumma e Jesus Suso. Quali potrebbero essere i vantaggi?

di Peppe Gallozzi

CALCIOMERCATO MILAN – Milan-Uefa. L’eterna disputa. Una delle partite più lunghe ed estenuanti degli ultimi anni che non si sta giocando su un prato verde e non dura novanta minuti. Non ci sono giocatori, né tantomeno possibilità di sostituzioni.

Il braccio di ferro tra la società rossonera e il massimo organismo europeo prosegue colpo su colpo e potrebbe arricchirsi di nuovi scenari. L’arrivo dell’AD Ivan Gazidis, uno dei fuoriclasse su scala mondiale in questi ambiti, deve consentire al Milan la possibilità di ripartire da zero e per farlo servirà inevitabilmente qualche sacrificio.

Mettendo per un attimo da parte la possibilità di non disputare la prossima Europa League (che se disputata potrebbe, in termini monetari, al massimo portar dentro una trentina di milioni di euro), uno dei temi più caldi sui social e presso l’opinione pubblica è quello delle cessioni. Privarsi di qualche pezzo pregiato per riassestarsi economicamente e “pareggiare” (termine tanto caro all’Uefa) la propria situazione. Rinunciare a chi nello specifico? E’ la domanda che maggiormente si pongono i tifosi rossoneri.

I nomi più indiziati sono due, e su questo non sembrano esserci dubbi. Si parla di Gianluigi Donnarumma e Jesus Suso, protagonisti importanti degli ultimi anni e prospetti che fanno gola a club di mezza Europa. Pur dovendo ingoiare un boccone amaro, potrebbero non essere del tutto negative le prospettive che deriverebbero dalle loro partenze.

Donnarumma, classe ’99 solo all’anagrafe, è considerato tra i top portieri in circolazione. Con una valutazione non inferiore ai 60 milioni porterebbe nelle casse rossonere soldi immediati e alleggerirebbe, non di poco, il monte ingaggi. E il Milan? Potrebbe contare su un profilo esperto come Pepe Reina per almeno due anni aspettando la definitiva esplosione di Alessandro Plizzari, nazionale Under 20 con un futuro dalla sua parte.

Suso è l’elemento dotato di maggior imprevedibilità della rosa attuale. Con il suo mancino e la qualità di rientrare ha risolto diverse situazioni ma il suo tipo di giocare è molto vincolante, nel bene e nel male. Qualora il Milan dovesse scegliere un allenatore che non predilige il gioco sugli esterni, lo spagnolo perderebbe le sue principali caratteristiche. Ancora, Suso è un giocatore meravigliosamente estroso ma poco avvezzo al sacrificio tattico. E se arrivasse un mister che vede gli esterni offensivi a 360 gradi? Ecco perché si potrebbe trattare di un sacrificio sostenibile.

Non dimentichiamoci, inoltre, di Calabria, Kessiè, Calhanoglu, Bonaventura stesso nella rosa dei potenziali appetibili ma in questo caso le valutazioni sarebbero diverse. Possibili novità anche centrocampo dove il Milan è corto negli uomini: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy