Verona, la speranza si chiama Martin Caceres

Verona, la speranza si chiama Martin Caceres

L’uruguayano Martin Caceres, 30 anni, pare rinato con la maglia dell’Hellas. E nel 2012, quando era alla Juventus, eliminò il Milan dalla Coppa Italia

di Michele Neri, @micheleneri98

Chi l’avrebbe mai detto che Martin Caceres sarebbe tornato ad alti livelli? Probabilmente nessuno avrebbe avuto il coraggio di scommettere su di lui, nemmeno un euro. Gli 8 infortuni che lo hanno colpito dal febbraio 2015 ad oggi, su tutti la lacerazione del tendine d’Achille per la quale è stato fermo 245 giorni, sembravano averlo cancellato per sempre dalla memoria degli amanti del calcio. Invece eccolo qua, di nuovo, all’Hellas Verona di Fabio Pecchia. Undici presenze da quando è in terra veneta, e due gol. Può essere utilizzato solo con il contagocce, ma quando gioca può fare la differenza. E il Milan lo sa bene. A tal punto che lo scorso febbraio in un momento di totale emergenza i rossoneri avevano tentato l’agguato al difensore della nazionale uruguayana. Era tutto pronto, ma dopo le visite mediche andate a buon fine, lui rifiutò il contratto proposto da Galliani.

Così domani sera è pronto a punire il Diavolo. Nuovamente. La Coppa Italia e San Siro sono infatti un binomio fortunato per Martin, che quando militava nella Juventus l’8 febbraio del 2012, al suo secondo esordio con la maglia bianconera, castigò i rossoneri con una doppietta. Era l’andata della semifinale di Tim Cup. Al ritorno il Milan non andò oltre il 2-2 e venne dunque eliminato.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Verso Milan-Verona, Pecchia: “A San Siro per fare la nostra parte”

Coppa Italia, Milan-Verona: i 23 convocati rossoneri

Verso Milan-Verona, Cutrone titolare in Coppa Italia

Tim Cup: Milan-Verona affidata all’arbitro Gavillucci

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APP: iOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy