cronaca live

Sampdoria-Milan: la conferenza di Mihajlovic

Edoardo Lavezzari

-

-

Honda: "Lui sa quello che deve fare per mettermi in difficoltà nelle scelte, a volte ci riesce, altre no. E' un giocatore importante per noi, ma come tutti ha momenti in cui sta bene e altri in cui ci sono dei compagni che fanno meglio e deve aspettare il suo turno. A inizio stagione giocava sempre, poi meno, ma potrebbe anche giocare di più. Se domani giocherà? Dipende, vedremo"

-

Antonelli: "Sta bene adesso, domani lo portiamo in panchina, ma non lo rischiamo, domenica dovrebbe essere a disposizione"

-

Balotelli: "Ha la febbre, non ci sarà"

-

Ancora sui fischi: "Io a Roma ho giocato un anno con i fischi, poi capisco che qualcuno soffre di più. Montolivo? Può capitare che sbagli una partita, a lui e a tutti. Fino ad ora ha fatto bene tranne contro il Verona, ma non credo che abbia giocato male per i fischi. Bertolacci e De Sciglio? Anche loro non credo che giochino male per quello"

-

La prestazione di Montolivo e il pubblico: "Anche a Firenze quando toccava pallone lo fischiavano, i giocatori sono abituati a certe cose. Sicuro ti spiace prendere i fischi, ma noi dobbiamo essere abituati, tapparsi le orecchie e fischiare, queste sono cose comprese nel contratto. Poi tutti hanno l'esperienza per gestire queste cose, anzi questi fischi devono dare una forza maggiore alla squadra, per avere la voglia di tramutare i fischi in applausi. In Italia è così, all'estero è diverso, ma sappiamo come vanno le cose in Italia e le dobbiamo accettare. Ripeto, se non sopporti certe pressioni è meglio che cambi lavoro"

-

Gli alibi cercati da allenatore e giocatori: "Chi mi conosce sa che io non ho mai cercato alibi o scuse nella mia carriera e non credo che i giocatori parlando delle difficoltà che abbiamo lo facciano per cercare delle scuse. Noi sappiamo quello che possiamo e dobbiamo fare, come ho detto prima noi possiamo solo vincere perchè è l'unica medicina. Poi però in campo ci andiamo solo noi e dipende da noi. Poi non so cosa ha detto Bertolacci, ma non credo cercasse delle scuse"

-

Mihajlovic e il mondo Milan: "E' come me lo aspettavo vedendolo da fuori, è un grande club"

-

Anche Mihajlovic sulla personalità: "Se qualcuno ha paura dei fischi, ha sbagliato mestiere...doveva fare il ragioniere. Comunque c'è solo una medicina per questa situazione: vincere. Vincere chiude ogni polemica"

-

La mancanza di leadership tra i giocatori: "Dovete chiedere ai giocatori, io frequento lo spogliatoio il meno possibile per lasciare a loro più libertà possibili, io intervengo solo se ci sono problemi specifici"

-

Le difficoltà a segnare: "Siamo quarti per occasioni create e 13esimi per gol realizzati, dobbiamo ancora crescere da questo punto di vista. Bertolacci? Non parliamo di singoli, parliamo del collettivo, il problema è segnare di più,  con gli ultimi 35 tiri abbiamo fatto solamente un gol"La formazione di domani: "Abbiamo qualche problema di salute, ma per il resto giocheremo con la squadra migliore perchè domani vogliamo vincere a tutti i costi"

-

Ancora su Berlusconi: "Ho appena detto che non voglio più rispondere a queste domande e sempre le stesse risposte. Se ci sarà qualcosa di nuovo sarò il primo a dirvelo io. Comunque lo sapete che lo sento dopo ogni partita"

-

Il possibile esonero: "Lo dico sempre e lo ripeto anche oggi, io sono tranquillo e sereno, continuerò a lavorare, poi ho le spalle larghe e continuo a lavorare"

-

La delusione di Berlusconi: "Io non le ho viste, sono dichiarazioni riportate quindi non so cosa abbia detto esattamente, comunque mi fate sempre la stessa domanda per sul Presidente quindi e io rispondo sempre allo stesso modo, quindi parliamo di calcio, non del Presidente"

-

Il cammino del Milan: "Dopo Napoli abbiamo perso solo una volta e questo mi soddisfa, ma abbiamo pareggiato troppo e questo non va affatto bene, soprattutto nelle ultime due partite dove, per quello che abbiamo fatto vedere in campo meritavamo di vincere. Sono però sicuro che continueremo a crescere e che faremo meglio nelle prossime partite"

-

La classifica: "Il rimpianto di aver perso questi 4 punti c'è ce lo siamo detti, in questi giorni. Potevamo essere quarti, ma il campionato è lungo e speriamo ancora di poter fare bene"

-

Il compleanno del Milan: "Compie 116 anni, ah quasi la mia età (ride). Posso solo augurare a questa società gloriosa di tornare a vincere come ha fatto passato, è quello che vogliono tutti quelli che amano il Milan"

-

Si parte parlando di Sampdoria: "Non chi farà giocare Montella, ma non è un problema nostro. Rispettiamo la Samp, è una partita importante come quella con Perugia e Crotone, la Coppa Italia per noi è un obiettivo importante. Sono un'ottima squadra e giocano a casa loro, ma noi possiamo vincere"

-

Tutto pronto a Milanello per la conferenza di Sinisa Mihajlovic, il tecnico rossonero arriverà tra pochi istanti

Potresti esserti perso