cronaca live

LIVE Milan – Udinese-Milan, la conferenza stampa di Gattuso

Daniele Triolo

-

-

Termina qui la conferenza stampa di Gennaro Gattuso. 

-

Su Milan-Juventus femminile: "Spero che possano vincere, ci hanno già dato dieci punti di distacco (ride, ndr). Con Carolina ho un grande rapporto, è bella sveglia e parla di calcio. Mi piace come gestisce la sua squadra. La sera smanetto 30'-35' minuti, vedo le loro partite". 

-

Sulle scelte: "Non ho molta scelta, dobbiamo abbinare tutte le caratteristiche. Dobbiamo duellare fisicamente, quando abbiamo palla dobbiamo sbagliare il meno possibile". 

-

Sul ruolo di Higuain: "Non dobbiamo cercarlo con l'imbucata, quello è il caso di Cutrone. La verticalizzazione è l'azione del 2-2 con la Sampdoria. Col tempo giusto, possiamo andare alla ricerca del centro del tempo sia con Suso che con Higuain". 

-

Su Bertolacci: "L'ho voluto tenere, non è un segreto. Sulle tre competizioni, occorre avere più giocatori per vari ruoli. Fin qui gli ho dato poco spazio, la scelta di farlo rimanere è stata mia. Mi dava e mi dà affidabilità, è responsabilità mia se ha giocato poco sin qui. Si impegna, non molla mai e se avrò bisogno so che potrò contare su di lui". 

-

Su Conti: "Sono 14 mesi che non giocava, ieri è stato molto intelligente. Non si è inventato nulla, è andato molto cauto. Ha visto da solo che giocare è diversi da allenarsi. Vogliamo fargli fare altre 4-5 partite, dando continuità e mettendo minutaggio importante. Deve togliersi le paure, ma ci sta. Vedi i fantasmi, ti restano nella testa i fantasmi dell'infortunio". 

-

Sul mercato: "Risponde Leonardo, io faccio l'allenatore. Sono contento dei giocatori che alleno, le domande di mercato vanno fatte a Leonardo". 

-

Sulla trasferta di Siviglia: "Vi risponderò mercoledì. Oggi non devo fasciarmi la testa per l'Europa League, penso al campionato e alla classifica".

-

Le note negative e positive di questo Milan: "La preoccupazione più grande sono i tanti giocatori perso per strada. Dobbiamo stringere i denti, dare qualcosa in più. Ciò che mi piace è vedere che il gruppo ha voglia, lo spirito, vedere come vivono la settimana". 

-

Sulle vittorie con le genovesi: "Quando riesce a fare risultati, vincendo 3-4 partite di fila, la personalità cresce. In questo momento abbiamo voglia di sacrificarci, contro Samp e Genoa ci siamo sacrificati molto. Con il Genoa potevamo sviluppare meglio dopo l'1-0, non possiamo farci scappare le partite dalle mani". 

-

Sugli infortunati: "L'altro giorno stringeva i denti quando calciava, si vedeva che era in difficoltà. Non dobbiamo chiedere ai giocatori di stringere i denti, possiamo peggiorare la situazione. Con 3-4 giorni di riposo, possiamo risolvere la situazione. Biglia deve stare a casa fino a lunedì, non può appoggiare il piede, così come Caldara. Calabria ha ancora fastidio alla caviglia, Bonaventura ha lavorato a livello atletico, è in miglioramento. Anche Torrasi e Brescianini sono ko". 

-

Se Udine è un esame: "Non lo so, ma possono metterci in grado difficoltà per le caratteristiche che hanno. Non è stato un grandissimo pre-partita, qualcuno è stanco anche mentalmente. Spero di vedere un atteggiamento diverso, con più fame e cattiveria".

-

Sulla situazione: "Abbiamo perso tanti giocatori, ma non dobbiamo cercare alibi. Alcuni devono tirare il fiato, ma dobbiamo giocare da squadra. Spero di rimanere in zona Champions, le vittorie aiutano ad avere qualche sorriso in più. Ora non è tempo di sorrisi, dobbiamo farci trovare pronti. Voglio vedere una crescita".

-

Su Montolivo: "Quello che mi dà fastidio sono le chiacchiere da bar che tante volte leggo. Oggi ho letto che Montolivo è fuori rosa: non è vero, si è sempre allenato con la squadra. Io faccio delle scelte, la società sa cosa penso. E' stato convocato perchè abbiamo tanti infortunati, compresi alcuni ragazzi della Primavera. Se si allena come dico io, non chiudo la porta a nessuno. Non ho avuto nessun problema con lui". 

-

Si parte: "Quando giocavo io, anch'io sentivo la difficoltà di quello stadio. Ho sempre fatto fatica, domani sarà lo stesso. Dobbiamo accantonare gli alibi, anche se ci mancano tanti giocatori importanti. Tanti giocatori superano il metro e novanta, hanno grande fisicità. Dobbiamo essere sul pezzo, fare una partita gagliarda. Loro ci credono". 

-

"Amici di ‘PianetaMilan.it', benvenuti al ‘Milanello Sports Center’ di Carnago (VA), dove, tra poco, alle ore 14:30, il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, introdurrà in conferenza stampa i temi principali della sfida di domani sera alla ‘Dacia Arena’ contro l’Udinese, valida per l’11^ giornata di Serie A. Restate con noi per tutte le dichiarazioni di Gattuso in diretta!

Potresti esserti perso