Sabatini, non c’è soltanto il Milan: occhio al Bologna

Sabatini, non c’è soltanto il Milan: occhio al Bologna

Walter Sabatini, direttore sportivo della Roma, lascerà la Capitale a fine stagione: oltre che dai rossoneri, è pressato anche dal Bologna di Joey Saputo

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Walter Sabatini

Walter Sabatini, direttore sportivo della Roma dalla stagione 2011-2012, lascerà il club giallorosso al termine di questo campionato, così come da lui stesso annunciato in via ufficiale la sera di Roma-Inter. Sabatini ha difatti già raggiunto un accordo, con il Presidente della Roma James Pallotta, per la risoluzione consensuale del suo contratto con la società capitolina entro il prossimo 30 giugno. E Sabatini, tra i più bravi dirigenti italiani e tra i più brillanti operatori di calciomercato, una volta libero sul mercato, farà gola a molti.

Anche al Milan, che vorrebbe, per volontà del suo Presidente, Silvio Berlusconi, portarlo in rossonero per allestire una squadra competitiva in vista della prossima stagione. Con buona pace di Adriano Galliani, tra l’altro amico di Sabatini, il quale, nei giorni scorsi, si è sentito contestare nemmeno troppo velatamente da Berlusconi l’ultima sessione estiva di calciomercato. Su Sabatini, però, non preme soltanto il club di Via Aldo Rossi. Il terremoto avvenuto nelle ultime ore in casa Bologna, con il prossimo addio del responsabile dell’area tecnica rossoblu, Pantaleo Corvino, potrebbe difatti, come riportato stamattina da ‘La Gazzetta dello Sport’, convincere il patron italo-americano dei felsinei, Joey Saputo, ad affidare proprio a Sabatini la gestione del mercato del Bologna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy