news milan

PROFILING AARONS – Il Bolt del Newcastle che piace anche alla Juventus

Rolando Aarons, esterno del Newcastle United (credits: GETTY images)

Profiling dedicato a Rolando Aarons, esterno del Newcastle United. Il Milan avrebbe messo gli occhi sul 'Bolt del calcio'

Lorenzo Romagna

Nome: Rolando Aarons

Età: 20 anni (16/11/1995)

Piede preferito: Sinistro

Prezzo: 1 mln (Fonte: transfermarkt.it)

Nazionalità: Giamaicana - Inglese

Squadra: Newcastle United

Storia: Rolando Aarons è nato il 16 novembre del 1995 a Kingston, in Giamaica. Dopo aver giocato in diverse squadre del suo paese da ragazzino, nel 2009 si trasferisce in Inghilterra dove riesce ad entrare nelle giovanili del Bristol City. Dopo appena tre sragioni, nel 2012, sostiene un provino per il Newcastle United, che decide di prenderlo in squadra nonostante diverse perplessità sulle sue qualità tecniche e fisiche. Con l’impegno e il lavoro riesce, però, pian piano a meritarsi la stima del club inglese, che lo promuove nella squadra riserve un anno più tardi. Dopo un’ottima stagione, condita da ben 5 reti, con la squadra riserve, nel 2014 firma il suo primo contratto professionistico con i ‘Magpies’. Non solo. Nell’estate dello stesso anno viene aggregato in prima squadra dal tecnico Pardew per le amichevoli pre-campionato, in cui si rende autore anche di una strepitosa rete contro lo Schalke 04 (vedi il video sotto). Furono proprio queste partite a convincere la società a spostarlo in pianta stabile in prima squadra, dove esordisce (per soli 16 minuti finali) il 17 agosto 2014, in occasione del match di campionato contro il Manchester City. Per la prima rete, invece, non c'è stato molto da aspettare: l'ha siglata, infatti, il 30 agosto nel match pareggiato 3-3 contro il Crystal Palace. Dopo le ottime buone prestazioni, viene convocato anche dall’Inghilterra Under 20, dove è stato meno fortunato. In una partita con la maglia inglese, infatti, ha subito un infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per ben sei settimane. Un episodio negativo, che gli ha fatto perdere posizioni nelle gerarchie di Pardew, tanto da chiudere la stagione con solamente 7 presenze. Anche nell’attuale stagione, sotto la guida tecnica di Steve Mc Claren, sta continuando a trovare poco spazio. Finora sono state solamente 8 le presenze collezionate in stagione.

Caratteristiche tecniche: In Patria, per caratteristiche tecniche, viene paragonato all’attaccante del Manchester City Raheem Sterling. Un paragone che – ovviamente con tante di dovute proporzioni – non si allontana dalla realtà. Il classe 1995 infatti, alto 175 cm per un peso di 67 Kg, possiede una rapidità e un dribbling davvero invidiabili. Senza considerare, poi, l’ottima abilità nei tagli nel centro dell’area, soprattutto quando viene impiegato da esterno destro. Il giamaicano, naturalizzato inglese, può giocare in entrambi i lati del centrocampo, meglio ancora se in una posizione avanzata (come, ad esempio, in uno schieramento con un 4-3-3). Ma, come detto, non ha nessun problemi a giocare in un centrocampo a 4, come quello che attualmente sta schierando Sinisa Mihajlovic. Ultimo aspetto, ma non meno importante, da sottolineare è quello della sua abilità nel giocare negli spazi. Quando ha campo libero è devastante. Qualità importantissima per una squadra che gioca in contropiede.

Mercato: In Inghilterra in molti sono pronti a giurarci: anche il Milan è sulle tracce del giovane esterno. E c’è da credergli, visto il nuovo ‘progetto giovani’ tanto sbandierato dal patron Silvio Berlusconi. Altro aspetto da non sottovalutare, poi, è quello del suo contratto. L’esterno inglese va in scadenza di contratto nel prossimo giugno e Galliani sembra aver già fiutato l’affare. Nonostante questo, la pista che porta al giocatore del Newcastle non è tutta in discesa. Diversi, infatti, sono i club pronti ad investirci. Su tutti l’Arsenal, ma non solo. In Italia, ad esempio, anche la Juve avrebbe puntato gli occhi su di lui. Una situazione, insomma, tutta da seguire.

Curiosità: In Giamaica, come già evidenziato, viene paragonato a Sterling. Anche se in molti preferiscono etichettarlo come il ‘Bolt del calcio’.

In una recente intervista, il giocatore ha confessato quali sono i suoi due grandi idoli: Cristiano Ronaldo e Daniel Sturridge.

L’ultima curiosità riguarda la sua nazionalità. Aarons è nato in Giamaica, ma la sua scelta è stata, una volta che è stato naturalizzato inglese, quella di giocare per l’Inghilterra.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso