Serafini: “Bilancio Milan? Non mi preoccupa. Ma servono più ricavi”

Luca Serafini, giornalista sportivo e tifoso del Milan, ha spiegato come non ci sia da preoccuparsi per i conti. “Elliott punta su stadio e Champions”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILANLuca Serafini, giornalista sportivo e tifoso del Milan, ha analizzato il momento che vive il club rossonero e la squadra affidata da poco alle cure di Stefano Pioli.

Queste le dichiarazioni di Serafini ai microfoni di ‘Radio Sportiva‘: “L’ondata di pancia del #PioliOut si è esaurita, il tecnico è il meno colpevole. Da Pioli mi aspetto semplicità: il Milan è impostato in un certo modo da 2-3 anni e mi aspetto che sfrutti le caratteristiche dei giocatori presenti. Dalla squadra e dal pubblico mi aspetto una simbiosi: sono stati duramente criticati i dirigenti e adesso bisogna alzare l’asticella. Ismael Bennacer, Ante Rebic e Rade Krunic dovranno dare il loro apporto alla causa. I giocatori in Gennaro Gattuso e Marco Giampaolo hanno avuto due strenui difensori del gruppo. Non so se lo spogliatoio abbia recepito questo: la squadra ha fatto 68 punti e ha tenuto l’ossatura aggiungendo qualche innesto interessante. Adesso tocca a loro”.

Sulla questione del bilancio del club di Via Aldo Rossi, che ha chiuso in passivo di 146 milioni al 30 giugno 2019, Serafini ha sottolineato: “Il bilancio? Non mi preoccupa e non condivido il catastrofismo. Tutti ci siamo dovuti improvvisare commercialisti, ma stiamo parlando di una società che non ha debiti con gli altri, così come sono di Elliott le strategie. Non stanno funzionando i ricavi. Elliott ora vuole puntare su stadio e ritorno in Champions League il prima possibile. Quello che non sta funzionando è a livello di ricavi: lì bisogna fare di più”. A proposito dello stadio, questo il parere del Politecnico: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter/// Instagram/// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy