Profiling – Krejci, il piccolo Nedved

Arriva dalla Repubblica Ceca l’esterno offensivo, in forza al Bologna, su cui il Milan ha messo gli occhi. E’ Ladislav Krejci, classe 1992: mancino, veloce e dal capello biondo. In patria molti lo paragonano al primo Nedved: conosciamolo meglio

di Redazione

LA SCHEDA

Ladislav Krejci, con la maglia della Repubblica Ceca, Getty Images
Ladislav Krejci, con la maglia della Repubblica Ceca, Getty Images

Nome: Ladislav Krejci

Età: 24 anni

Piede preferito: sinistro

Nazionalità: Ceca

Prezzo: 4 milioni

Squadra: Bologna

Ruolo: Esterno offensivo

STORIA: Nato a Praga il 5 luglio 1992, prima di approdare in Italia, Krejci è sempre stato un giocatore dello Sparta Praga, compagine della sua città natale. Entrato giovanissimo a far parte delle giovanili, cresce giocando come centrocampista laterale. A 16 anni viene aggregato alla squadra B dello Sparta, con la quale milita due stagioni. Viene impiegato come esterno offensivo di sinistra, in un classico 4-4-2, collezionando 28 presenze e 4 reti. Un bottino che gli vale le attenzioni di Jozef Chovanec, allenatore della prima squadra. Nell’estate del 2010, a 18 anni appena compiuti, viene aggregato ai “grandi”. Nel corso della stagione avviene il suo debutto sia in Campionato che nella Coppa nazionale, riuscendo a scrivere il proprio nome sul tabellino dei marcatori nella sconfitta con il Karvina in coppa.

Realizza la prima rete in campionato il 26 settembre 2011 e non poteva scegliere occasione migliore: il derby con lo Slavia Praga. E’ proprio lui a chiudere la partita, realizzando la rete del raddoppio nel trionfale tre a zero sui rivali cittadini. In due stagioni agli ordini di mister Chovanec gioca 22 partite, molte delle quali subentrando dalla panchina, condite da 6 marcature. E’ il biglietto da visita che convince il nuovo allenatore a puntare su di lui. Martin Hašek lo considera una pedina inamovibile, tanto da regalargli anche il debutto in Europa League il 9 agosto 2012, contro l’Admira Wachen.

Si fa conoscere al grande pubblico italiano proprio in occasione di una gara della scorsa edizione di Europa League, nel ritorno degli ottavi di finale a Roma contro la Lazio. Diventa protagonista della schiacciante vittoria dei cechi per 3-0, che elimina le aquile dalla competizione, con un gol, un assist ed una prestazione a tutto campo. In questa partita può sfoggiare quindi tutto il suo repertorio. La sua esperienza allo Sparta si chiude con 188 presenze complessive, 37 reti e 35 assist, mettendo in bacheca 2 Campionati, 1 Coppa di Repubblica Ceca e due Supercoppe.

Il 7 luglio di quest’anno si trasferisce a titolo definitivo al Bologna. Il 12 agosto, in occasione di Bologna-Trapani valevole per la Coppa Italia, segna la prima rete stagionale della squadra rossoblù in una partita ufficiale. Il 21 agosto seguente ha fatto il suo esordio in Serie A in  Bologna-Crotone.

La sua carriera con le rappresentative nazionali si apre nel 2007 con la convocazione nell’Under16. Da lì brucia le tappe, debutta con l’Under 21 nelle qualificazioni a Euro 2013, mancando però la qualificazione alla fase finale. Esordisce nella nazionale maggiore il 14 novembre 2012 contro la Slovacchia, mentre il suo primo gol arriva il 6 febbraio 2013 contro la Turchia. E’ titolare inamovibile a Euro 2016 in Francia, venendo però eliminato con la sua squadra in un girone proibitivo con Spagna, Turchia e Croazia.  Con la nazionale maggiore ha già collezionato 21 presenze, andando 4 volte a segno. Continua…

Massimo Iurino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy