PASQUALIN: “L’EUROPA DIPENDE DAL DERBY. GIUSTO RIPARTIRE DA INZAGHI”

di Luca Fazzini, @_lucafazzini
Clarence Seedorf (fonte foto: www.ilgiornale.it)
Clarence Seedorf (fonte foto: www.ilgiornale.it)

Claudio Pasqualin, agente FIFA, è stato intervistato dalla redazione di tuttomercatoweb.com. Ecco le sue parole: “Il rapporto tra Seedorf e Galliani probabilmente non è dei più felici, ha generato un po’ di insoddisfazione forse perchè l’olandese non convince pienamente l’ambiente. I rumors sono lì a testimoniarlo”.

Secondo lei il prossimo anno ci sarà ancora Seedorf sulla panchina del Milan? “Secondo me, da osservatore esterno, una decisione è già stata presa e le volontà del club mi sembrano altre. Credo che lo stesso Presidente Berlusconi abbia un’idea ben definita a prescindere dal contratto”.

Da dove sarebbe giusto ripartire? “E’ chiaro che occorre ripartire con un nuovo allenatore e in tal senso sarà decisiva la scelta. Il toto allenatore chiaramente impazza e bisognerà vedere… Mi sembra che nei media trovi sempre più spazio la candidatura di Inzaghi”.

E’ un profilo che può fare bene? “Inzaghi sicuramente ha alle spalle un’incoraggiante avventura nella Primavera, però non ha l’esperienza per garantire la buona riuscita di un progetto che vedrei invece ben condotto da gente come Donadoni e Spalletti. Quest’ultimo forse non ha molto appeal con l’ambiente, e lo stesso Donadoni ha un’immagine meno accattivante”.

Allegri vicino al Tottenham se lo aspettava? “Da tempo me lo aspettavo le campane suonano da tempo e quando suonano vuol dire che la chiesa è vicina. Vedo un’incognita importante solo per quanto riguarda la lingua e lui sta approfondendo questo aspetto“.

Il Milan può arrivare in Europa? “A me sembra ormai difficile possa reinserirsi nella corsa Uefa. Dipende dal derby ma ci sono più possibilità che non vada rispetto a quelle che ci vada”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy