Lazio, Immobile e quel provino con il Milan di 20 anni fa …

Nel 2000, esattamente 20 anni fa, Ciro Immobile, capocannoniere della Serie A con 23 gol, sostenne un provino per vestire la maglia rossonera: l’esito

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

NEWS MILAN – Con i suoi 23 gol in 19 partite di campionato, Ciro Immobile è l’indiscusso protagonista del momento in Serie A e non solo.

Il centravanti della Lazio ha messo nel mirino il record di Gonzalo Higuaín (36 reti) e vuole portare i biancocelesti sempre più in alto prima di tuffarsi nell’avventura europea con la Nazionale di Roberto Mancini, dove ricoprirà – giocoforza – il ruolo di attaccante titolare ad Euro 2020.

Ma il destino di Immobile avrebbe potuto avere sfumature diverse. Rossonere, ad essere precisi. Non molti sanno infatti che esattamente 20 anni fa – nel 2000 – il numero 17 della Lazio sostenne un provino per entrare nel settore giovanile rossonero, senza però che l’affare si concretizzasse.

A stoppare la trattativa non fu l’esito negativo del test, che anzi andò benissimo, ma il dietrofront della famiglia del centravanti campano. Per firmare con il Milan, infatti, Immobile avrebbe dovuto prendere la residenza a Milano. Un sacrificio evidentemente troppo grande per un bambino di 10 anni e per la sua famiglia, che quindi decisero di dire no ai rossoneri.

Soltanto 7 anni più tardi Immobile passò alla Juventus, prima tappa di un percorso che lo ha portato dal Pescara di Zdenek Zeman al trono biancoceleste passando per il Torino e per il ‘WestfalenStadion‘ di Dortmund prima di giungere al Siviglia e, successivamente, nella Roma biancoceleste.

Un percorso esaltante e in crescendo, che nasconde un retroscena rossonero che avrebbe potuto cambiare – in un modo o nell’altro – la sua carriera. Intanto, in casa Milan, emergono novità sul futuro di Krzysztof Piatek: per le ultime, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy