Milan, il punto della situazione sui rinnovi di contratto

Il Milan, nonostante la sentenza UEFA penda come una spada di Damocle sul mercato, sta dando e darà segnali di consolidamento dell’organico

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Martedì pomeriggio, a sorpresa, il Milan, con una diretta sulla propria pagina ‘Facebook’, ha annunciato a tutti, tifosi ed addetti ai lavori, il rinnovo di contratto di Alessio Romagnoli. Il difensore, classe 1995, arrivato in rossonero nell’estate 2015, ha prolungato il proprio contratto, originariamente in scadenza il 30 giugno 2020, fino al 30 giugno 2022 e ritoccato, naturalmente verso l’alto, il suo ingaggio.

Un segnale importante da parte della dirigenza rossonera in un momento molto delicato per il club di Via Aldo Rossi, sulla cui testa pende, come una spada di Damocle, la sentenza UEFA in merito la partecipazione o meno della squadra di Gennaro Gattuso alla prossima edizione dell’Europa League. Senza contare le possibili, probabili sanzioni economiche che da tale decisione deriveranno per le casse della società presieduta da Yonghong Li.

Un monito anche verso tutti quei club interessati a Romagnoli (Juventus su tutti) ed un modo per mettere a tacere le voci, irrefrenabili, che impazzano sui social, sui giornali e in televisione su una possibile ‘smobilitazione’ in casa Milan nel caso in cui la squadra non giocasse in Europa nel 2018-2019: il Milan non molla, anzi, rilancia ed appare seriamente intenzionato, in breve tempo, a blindare altri due gioielli del suo organico.

Secondo quanto riportato da ‘Premium Sport’ il prossimo a rinnovare il proprio contratto con il club di Via Aldo Rossi sarà Patrick Cutrone, classe 1998, centravanti autore di 18 gol tra campionato e coppe nell’ultima stagione. Il giocatore, che ha già rinnovato due volte il suo accordo con il Milan nel giro di un anno, arriverà al suo terzo prolungamento: il nuovo contratto, con ingaggio che salirà, si dice, a un milione di euro netto a stagione, potrà essere depositato soltanto a partire dal prossimo 1° luglio per consentire, tecnicamente, di poter fissare la scadenza al 30 giugno 2023.

Poi, sarà la volta di Giacomo ‘Jack’ Bonaventura: il contratto dell’ex atalantino, accostato a più riprese a Juventus e Roma, scadrà il 30 giugno 2020 e pertanto bisognerà accelerare i tempi. Con il suo agente, Mino Raiola, non è mai facile trattare, ma la volontà del numero 5 sarebbe quella di restare al Milan. Rinnovo in vista, infine, per ‘Premium Sport’, anche per Cristián Zapata, legato alla società meneghina soltanto per un’altra stagione (30 giugno 2019): ogni volta che è stato chiamato in causa da Gattuso è piaciuto, e, come premio, arriverà perlomeno un altro anno di emolumenti.

ECCO, INVECE, CHI LASCERÀ QUASI SICURAMENTE IL MILAN …

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy