MERCATO MILAN: centrocampo, quanta confusione

Il Milan è sempre alla ricerca di un centrocampista. Ma le idee in casa rossonera sembrano essere poche chiare. Ecco il motivo…

di Lorenzo Romagna, @RmgLnz95
Giannelli Imbula Porto

Credete sia mai possibile che un problema dopo quattro anni non possa essere ancora stato risolto? Se non lo credete, vi invitiamo allora a guardare il centrocampo rossonero. No, non quello della champions del 2007 o dell’ultimo scudetto vinto dai rossoneri. Stiamo parlando semplicemente di quello che, da quando è rimasto orfano di Andrea Pirlo, non ha più avuto una sua identità. E credeteci quando vi diciamo che sono ormai anni che si parla del problema in mediana del club di via Aldo Rossi. Eppure, come detto, ancora oggi sembra persistere.

Gli ultimi acquisti di Juraj Kucka e Andrea Bertolacci non hanno di certo risolto la situazione. Semmai l’hanno, e anche di poco, migliorata. Solo un timido miglioramento. Troppo poco per una squadra che ha l’obiettivo di tornare a disputare la Champions League. Anche perché, con tutto il rispetto per i giocatori rossoneri, temiamo che il centrocampo milanista possa sciogliersi come al sole di fronte a quello delle altre big europee. Sempre qualora il Milan dovesse realmente tornarci in Champions. Così che la società sembra seriamente intenzionata a risolvere il problema. Sono tantissimi i giocatori che spuntano fuori sul mercato, ma qualche dubbio ai tifosi rossoneri purtroppo ancora rimane.

Il Milan sta seguendo davvero una logica per la ricerca del centrocampista? La risposta, se vi impegnaste un minimo, potrete trovarla anche nelle prossime righe. I rossoneri infatti, non è un mistero, hanno messo da tempo gli occhi su Axel Witsel, centrocampista dello Zenit. Un giocatore dalle ottime qualità ma che, ahi noi, potrebbe non risolvere da solo i problemi milanisti. Il belga, infatti, è un giocatore che riesce ad abbinare diverse qualità, senza però eccellere in niente. Discorso differente poi per Ever Banega, altro mediano inseguito dal Milan. Un regista puro e dalle ottime qualità tecniche e mentali. Che non sembra, però, avere nulla in comune con Witsel, se non il ruolo occupato nel rettangolo verde.

Oggi, infine, sul quotidiano ‘Tuttosport’ rispunta fuori il nome di Giannelli Imbula. Il giocatore ex Marsiglia è stato inseguito a lungo dal Milan in estate, prima che il Porto offrisse 23 milioni per rubarlo alla concorrenza. Altro centrocampista, altre qualità. Imbula è un mediano fisico e di rottura, un vero e proprio distruttore del gioco. Senza girarci troppo attorno, anche lui non sembrerebbe avere nulla in comune con i primi due. Ma allora il Milan che tipo di centrocampista sta davvero cercando?

Una domanda che si somma ad un altro dubbio poco chiaro. Perché, se il Milan dovesse comprare realmente un centrocampista nella prossima finestra di mercato, uno tra Montolivo e Bertolacci inevitabilmente perderebbe il posto da titolare. Chi tra i due? Beh, la stessa domanda, che attanaglia la piazza milanista, la giriamo alla società rossonera. Senza avere la sicurezza – scherzando, ma non troppo – che la stessa dirigenza ne conosca la risposta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy