EMANUELSON: “A ROMA PER VINCERE E RESTARCI IL PIU’ A LUNGO POSSIBILE”

di

fonte foto: www.mondocalcio.info
fonte foto: www.mondocalcio.info
Urby Emanuelson, l’ex laterale del Milan, ora in prestito alla Roma, ha risposto alle domande postegli dal portale Forzaroma.info, toccando più temi e soffermandosi spesso sul suo nuovo ruolo all’ interno della nuova squadra e della sua voglia di riscatto Sul suo inserimento negli schemi di Garcia ha detto: “In campo devo pensare al posto di terzino sinistro, come ho fatto nel Milan. Giochiamo molto sulle fasce come a Milano e anche io devo imparare a giocare con la squadra. In questo momento lavoriamo bene anche sull’allenamento e speriamo di migliorare in questi giorni”.Sul suo contratto di un anno con la Roma ha dichiarato: “Ho chiesto io di fare il contratto così – ha spiegato Emanuelson – perché anche io sono venuto qui libero. Devo dimostrare anche nella Roma che sono un buon giocatore e vorrei stare qui tanti anni. L’obiettivo è fare bene quest’anno, poi vediamo cosa succederà il prossimo”.Sul rapporto con l’allenatore e i nuovi compagni ha poi aggiunto: “Il mister è un buon allenatore, tranquillo. Lavora sempre per vincere, ci dice: “Dobbiamo vincere, dobbiamo vincere”. Quest’anno giocheremo tante partite, c’è bisogno di tutti. Anche io so che ci sono tanti buoni giocatori nel mio ruolo, ma c’è bisogno di tutti e che facciano bene fino alla fine. Io sono qui per fare questo, non solo per dire che devo giocare. Siamo in trenta, ci sono campionato, Champions e Coppa Italia; siamo una squadra e c’è bisogno di tutti. Anche io voglio giocare ma dobbiamo fare bene insieme. La Roma è una squadra molto buona, una squadra che ha lavorato due o tre anni insieme e questo conta tanto. Si vede come gioca la squadra, tutti sanno quello che devono fare, è una squadra unita e speriamo di fare bene in questo campionato”.Infine su Strootman, suo connazionale e compagno di squadra: “Ho parlato con Kevin anche quando è successo l’anno scorso l’infortunio contro il Napoli. In Olanda erano tutti tristi per un giocatore come lui. Anche per la Nazionale. Speriamo che torni più forte, mancano ancora tre mesi per tornare in squadra e noi siamo con lui, sempre”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy