EL SHAARAWY – SNEIJDER, QUESTO SCAMBIO NON S’HA DA FARE

di Pietro Locatelli

Fonte foto: Spada - LaPresse
Fonte foto: Spada – LaPresse
Non molla la presa Roberto Mancini. L’allenatore del Galatasaray è più che sicuro, vuole assolutamente El Shaarawy tra la proprie fila, in modo da aiutare la squadra di Istanbul ad elevare il proprio tasso tecnico. Oltre ad un conguaglio economico, l’ex tecnico del Manchester City sarebbe disposto a mettere sul piatto l’asso olandese Wesley Sneijder, al fine di arrivare al proprio obiettivo. Ma è proprio necessario questo innesto? Assolutamente no! Il giovane faraone, pur attraversando un periodo di crisi, tra tutti gli infortuni che ha subito, rimane comunque un valore aggiunto per la rosa del Milan, un talento cristallino da coccolare e far sbocciare con calma, in modo che riconfermi ciò che si è visto l’anno scorso, ovvero un ventenne in grado di caricarsi la squadra sulle spalle fino al mercato di gennaio, per poi lasciare il testimone a Mario Balotelli. Inoltre il buon Wes è sì un giocatore di indubbia qualità, ma all’interno della formazione rossonera sarebbe in esubero. L’olandese non è più l’uomo del triplete interista e al confronto con Montolivo e De Jong arriverebbe al medesimo livello, rischiando di non avere alcuna garanzia di titolarità. Con l’arrivo poi di un altro artista del calcio dai piedi buoni come Honda, i giocatori con caratteristiche tecniche simili alle sue, tra giovani da far esplodere e professionisti già affermati, salirebbe a 4 (Kakà, Montolivo, Saponara e lo stesso giapponese). Per concludere questa è un offerta che si può rifiutare, anzi, va rifiutata. Questo scambio non s’ha da fare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy