Gattuso blocca la partenza del giovane Gabbia

Gattuso blocca la partenza del giovane Gabbia

L’allenatore della Primavera Gennaro Gattuso avrebbe chiesto alla dirigenza di togliere Matteo Gabbia dal mercato: il tecnico vuole averlo a disposizione

di Niccolò Mariotto, @NiccoloMariotto

Tra i giovani più interessanti cresciuti nel vivaio del Milan in questi ultimi anni c’è sicuramente Matteo Gabbia. Il centrocampista classe 1998 nel corso del pre-campionato si è allenato con la prima squadra di Vincenzo Montella, scendendo in campo anche per alcuni minuti in un paio d’occasioni, ma in vista della prossima stagione il giocatore è destinato a vestire ancora la maglia della formazione Primavera rossonera come lo scorso anno.

Secondo quanto riportato dalla redazione di ‘Calciomercato.com’ il tecnico Gennaro Gattuso avrebbe chiesto alla dirigenza di togliere Gabbia dal mercato per poterlo avere a propria disposizione nel corso dell’imminente nuova stagione: il centrocampista può vantare parecchio mercato con alcuni club di Lega Pro molto interessati ad acquistarlo in prestito. La richiesta di Gattuso però potrebbe cambiare le carte in tavola.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Un jolly per il Milan che verrà: ecco chi è Matteo Gabbia

Milan-Roma, prima convocazione fra i pro per Gabbia

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus/// Telegram

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Romperi - 2 anni fa

    con tutto il rispetto per ciò che ringhio ha fatto con la nostra maglia, devo dire che non condivido affatto la sua nomina ad allenatore della primavera. E queste richieste mi confermano che avevo ragione: il settore giovanile, primavera compresa, devono creare giocatori, non accumulare titoli come invece pensa di fare gattuso per costruirsi una carriera importante anche come allenatore. Gabbis in lega pro (con controriscatto) sarebbe statoo meglio che gabbia contro altri ragazzini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy