Dalla Spagna – Milan, sondaggio per Gago

Fernando Gago, classe 1986, potrebbe essere il nome giusto per il centrocampo rossonero: ha già giocato per una stagione in Italia, con la Roma

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Nome nuovo per il centrocampo del Milan. Vista l’alta richiesta della Fiorentina per il 27enne centrocampista croato Milan Badelj, 12 milioni di euro, i rossoneri, alla ricerca di un rinforzo di qualità nel settore mediano del campo per consentire a Manuel Locatelli di crescere con calma, avrebbero spostato le proprie attenzioni su Fernando Gago del Boca Juniors.

Classe 1986, Gago andrà in scadenza di contratto il prossimo 30 giugno, ha chiesto un aumento di stipendio, negato, e viene da 6 mesi di inattività per la rottura del tendine d’Achille: per questi motivi, gli ‘Xeneizes’ potrebbero lasciarlo andar via dall’Argentina con altrettanti mesi di anticipo sulla conclusione naturale del suo vincolo con la società.

La voce sussurrata ieri dal ‘Diario Olè’, in Argentina, ha trovato conferme quest’oggi anche in Spagna, rilanciata dal popolare quotidiano sportivo ‘MARCA’: Gago, che nella sua carriera ha vestito anche le maglie di Real Madrid, Valencia e Vélez Sarsfield, ha ricevuto offerte dallo Shanghai Shenhua, in Cina (lo stesso club che ha ingaggiato Carlos Tévez), e dalla Major League Soccer statunitense, ma potrebbe accettare di rimettersi in gioco in Italia.

Il Milan avrebbe già effettuato un sondaggio con il suo entourage, ed il giocatore sembrerebbe tentato di tornare in un campionato che già conosce: nella stagione 2011-2012, infatti, vestì la maglia della Roma, totalizzando 32 presenze ed una rete tra Serie A e Coppa Italia.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, le 5 gare più belle del 2016: votate la vostra preferita!

Milan, le 5 frasi ‘migliori’ del 2016: le ricordate tutte?

Quiz: quante ne sai sul 2016 del Milan?

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy