news milan

CALCIOMERCATO: Milan, il mercato è un rebus

Axel Witsel, centrocampista dello Zenit San Pietroburgo (credits: GETTY Images)

A meno di 24 ore dal rompete le righe ufficiale di fine 2015, il Milan inizia a pensare al mercato di gennaio: tante le necessità, poche le opportunità...

Renato Boschetti

Nonostante i no comment di Galliani  e le mezze ammissioni di Mihajlovic in conferenza stampa, il Milan è in fermento per il prossimo mercato di gennaio. Praticamente "ufficializzata la prima cessione della finestra invernale, con Suso "già al Genoa", per i rossoneri si preannuncia un mese decisivo per le sorti della stagione: dopo l'illusione del possibile arrivo dei soldi di Bee, con il closing slittato a gennaio, Adriano Galliani dovrà intervenire sul mercato per rafforzare ulteriormente la rosa a disposizione dell'allenatore per tentare l'assalto alla Champions League, ora lontana ma non impossibile da raggiungere.

Ai rossoneri servono come il pane rinforzi sugli esterni di centrocampo, dove sull'out di destra non basta il solo Cerci (spesso insufficiente): Honda non ha il passo giusto, Niang sembra eccessivamente sacrificato, Poli viene visto più nella zona centrale della mediana, il prossimo neo-acquisto Boateng è visto più come un trequartista o seconda punta. In un Milan con le ali, gli interventi di mercato sugli esterni sono più che necessari: non a caso la squadra rossonera è stata associata recentemente a Diego Perotti del Genoa, uno che di velocità nel sangue ne ha molta, a Camilo Zuniga del Napoli, in rotta con l'ambiente partenopeo da tempo o a Ben Arfa del Nizza, che però non nasce esterno ma trequartista.

In realtà, però non sono questi i nomi che fanno sognare i tifosi rossoneri: i veri colpi di mercato, infatti, potrebbero arrivare al centro della mediana: sfumata sul nascere l'idea Rabiot, bloccato dal PSG, si parte dal sogno Witsel, sfumato in extremis la scorsa estate, su cui però c'è forte l'interesse dell'Atletico Madrid di Simeone

Quel che è certo è che non sarà sicuramente facile rinforzare la rosa, viste anche le difficoltà del mercato di gennaio, come accennato oggi anche da Mihajlovic in conferenza stampa: le idee ci sono, i soldi forse, ma le reali possibilità di fare acquisti non sono realmente alte. Il Milan, probabilmente, si concentrerà più sulle operazioni in uscita: dopo Suso, vicino all'addio anche Nocerino. Per quanto riguarda la porta, invece, Diego Lopez non vuole rinunciare al Milanper questo motivo, quindi, non si trovano reali riscontri per Sirigu, in rotta con il PSG.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso