Milan, emergenza infortuni in difesa: proposto Cahill

Gary Cahill, 33 anni, difensore centrale in esubero al Chelsea, offerto al Milan in un’operazione economicamente vantaggiosa: il punto

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Tra l’infortunio di Mateo Musacchio (due mesi, almeno, di stop per la lesione del legamento crociato posteriore del ginocchio destro) e l’incertezza legata ai tempi di recupero per Mattia Caldara (fermo per almeno tre mesi per una lesione al tendine d’Achille ed al gemello mediale del polpaccio destro), il Milan, necessariamente, dovrà intervenire a gennaio sul mercato per reperire almeno un difensore che possa ‘coprire’ i sei mesi (gennaio-giugno 2019) necessari a concludere la stagione senza andare in affanno.

Secondo quanto riportato dalla redazione di ‘TuttoMercatoWeb’, alcuni intermediari avrebbero proposto al Milan di prelevare Gary Cahill, classe 1985, come ‘soluzione tampone’: Cahill, in scadenza di contratto con i ‘Blues’ di Roman Abramović il 30 giugno 2019, è infatti considerato un esubero da Maurizio Sarri, manager della squadra londinese, che lo ha impiegato appena 6 volte, fin qui, quest’anno tra Europa League (3 gare), Coppa di Lega (2) e Premier League, dove ha disputato solo 21’.

Cahill, dunque, lascerà il Chelsea a gennaio con la formula del prestito gratuito e, per il Milan, costretto a muoversi entro i parametri del Fair Play Finanziario (FFP) della UEFA, questa potrebbe rappresentare una soluzione ottimale. L’unico problema per il suo arrivo, però, potrebbe essere costituito dall’ingaggio del difensore inglese, parecchio alto.

LA PISTA PIÙ PROBABILE, AL MOMENTO, RESTA PERÒ RODRIGO CAIO. PER I DETTAGLI, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy