Caldara fermo due mesi: Milan, a gennaio un nuovo difensore?

Mattia Caldara sarà costretto a fermarsi per un problema al gemello mediale destro: in Via Aldo Rossi meditano di acquisire un nuovo difensore a gennaio

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Mattia Caldara è alle prese con dei problemi al gemello mediale destro e, come annunciato dal tecnico Gennaro Gattuso nel post-partita di Milan-Sampdoria, sarà costretto a fermarsi, in questa sua ‘stagione maledetta’, per almeno un paio di mesi.

Il rientro dell’ex difensore centrale dell’Atalanta, che, in questo 2018-2019, fin qui, ha messo piede in campo, per 90’, soltanto in un’occasione (20 settembre, Europa League, Dudelange-Milan 0-1), mancando l’esordio con la maglia rossonera in campionato, dovrebbe avvenire nel mese di gennaio.

Per non farsi cogliere, però, impreparato, il Milan, con tutta probabilità, proprio nel cosiddetto ‘mercato di riparazione’ invernale interverrà per assicurare a Gattuso un difensore centrale in più, da affiancare a Mateo Musacchio, Alessio Romagnoli e Cristián Zapata, quest’ultimo, per giunta, in scadenza di contratto.

Non corrispondono a verità le voci che vorrebbero il Milan su Andreas Christensen del Chelsea, in odore di cessione, mentre è stato sì, sondato, ma qualche mese fa, per contatti non più riaggiornati, il 34enne Thiago Silva del PSG. A Leonardo, responsabile dell’area tecnico-sportiva del Milan, continua a piacere Rodrigo Caio, classe 1993, di proprietà del San Paolo.

CONTRO LA SAMPDORIA, INTANTO, IL MILAN HA PERSO PER INFORTUNIO ANCHE DAVIDE CALABRIA. PER LE CONDIZIONI DEL TERZINO ROSSONERO, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy