Agnelli: “Con Allegri si chiude un ciclo straordinario”

Agnelli: “Con Allegri si chiude un ciclo straordinario”

Nella conferenza stampa della Continassa Andrea Agnelli ha salutato Allegri ringraziandolo per i cinque anni alla Juventus. Nessun indizio sul nuovo tecnico

di Peppe Gallozzi

CALCIOMERCATO JUVENTUSAndrea Agnelli ha salutato ufficialmente Massimiliano Allegri nella conferenza stampa della vigilia di Juventus – Atalanta. Dopo cinque anni la società bianconera ha annunciato di separare le proprie strade da quelle del tecnico livornese e le parole pronunciate sono state di totale ringraziamento:

“Oggi sono qui personalmente per celebrare Max. Un allenatore che da solo ha scritto la storia della Juventus. Fino ad allora quando si parlava di cinque scudetti consecutivi si parlava degli anni’30. In questo non nascondo che ci sia un po’ di tristezza e commozione, perché è stato difficile capire tutti insieme che questo era il momento giusto di chiudere uno dei più straordinari cicli della Juventus. Per questo vorrei fare un gesto inusuale,  che ti dobbiamo tutti. Un grazie sincero per quello che hai dato alla Juventus e a me”. Dopo l’applauso è seguita la consegna di una maglia bianconera con un numero cinque e la scritta History Alone.

Non è mancato il racconto del primo aneddoto che legò Allegri alla Juventus: “Mi ricordo quando a maggio del 2013 eravamo a Londra con Fabio (Paratici nda) intenti ad andare ad assistere alla finale di Champions e mentre eravamo lì esce dallo stesso albergo Max. Io tocco Fabio e gli dico, guarda un po’ lì, secondo me quello sarà il prossimo allenatore della Juventus. Era il maggio 2013, prima di vederlo sulla panchina della Juve abbiamo aspettato quattordici mesi, perché arriva il 16 luglio 2014 accettando di diventare, tra le contestazioni generali, l’allenatore della Juventus”.

La decisione più sofferta, per stessa ammissione del presidente, maturata dopo un lungo percorso: “Una serie di valutazioni ci ha portato a pensare che questo era il momento giusto. In assenza di elementi fattuali, abbiamo capito insieme  che questo ciclo era meglio chiuderlo in questo modo con un acuto, con un successo. Questo è frutto di una capacità di analisi di persone intelligenti che capiscono il momento di chiudere invece che trascinarsi avanti”.

Nessun indizio sull’eventuale nuovo allenatore: “Ricordo a chi farà le domande prima di iniziare che io oggi non risponderà a nessuna domanda sull’allenatore della Juventus della stagione 19/20. Max ha ricordato bene ieri sera, un allenatore ci sarà e di questo potete stare tranquilli. A me non piacciono gli yes man, voglio opinioni forti”. Quel siparietto che lega Allegri con il Milancontinua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy